gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 film che hanno avuto successo grazie ai Beatles

Il 1964 fu il primo anno in cui l’industria cinematografica cominciò a pensare di poter sfruttare la popolarità dei Beatles per irrompere con successo al Box Office. A Hard Days Night fu il primo tentativo dei Beatles nel mondo del cinema. Col passare di quel decennio, la Beatlemania si stabilì come un prorompente fenomeno di costume, apparentemente intramontabile. Questo concesse al gruppo numerose altre opportunità per riscuotere successo nelle sale. L’ultima e, di sicuro, la più memorabile, fu quella di Let It Be; il film del 1970,che vinse un Oscar alla migliore colonna sonora.

La prerogativa di Let It Be fu di raccontare gli ultimi istanti antecedenti allo scioglimento dei Beatles; arrivando al loro, iconico, ultimo live insieme. In molti, all’epoca, credettero che senza i Beatles, i film incentrati su di loro sarebbero finiti. Il senno di poi ha contraddetto ha più riprese queste asserzioni, rivelatesi oltre modo errate. I Beatles hanno segnato alcune delle pagine più prestigiose della storia contemporanea; continuando a far innamorare migliaia di persone in tutto il mondo. I Beatles rimangono un investimento sicuro, a discapito dell’inesorabilità del tempo. In questa classifica abbiamo deciso di raccogliere cinque film in cui, la musica dei Beatles, ha rappresentato la principale fonte di guadagno per le produzioni al botteghino.

5) Across The Universe

Mentre opere come Mamma Mia! degli ABBA hanno trovato la loro fonte di successo intrecciando la musica con trame incentrate sull’amore e sulla spensieratezza, la musica dei Beatles ha, in questa pellicola, fatto da sfondo ad una storia travagliata e sofferta, ricca di riferimenti al gruppo e madida di messaggi contro la guerra, essendo ambientata nel pieno della Guerra del Vietnam. Le canzoni impiegate nella colonna sonora di Across The Universe, sono state riarrangiate in maniera particolarmente interessante, regalando nuova vita a classici intramontabili della musica moderna.

4) Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band

Nata come una produzione di Broadway da proporre a teatro sotto forma di Musical, Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band rappresentò il rovinoso tentativo dei Bee Gees di rendere omaggio alla straordinaria band di Liverpool. Il film ricalca le atmosfere pittoresche e sgargianti dell’album da cui prende il nome; nonostante gran parte della colonna sonora della pellicola provenga dal disco omonimo, ci sono anche diverse canzoni estratte da Abbey Road. Portare il musical al cinema fu una manovra per gli autori atta a diminuire le perdite disastrose della produzione.

3) I Wanna Hold Your Hand

I Wanna Hold Your Hand è l’unico film in classifica che contiene la musica originale dei Beatles e non delle cover. Il film rappresenta un’ottima messa in scena del periodo della Beatlemania. La trama di I Wanna Hold Your Hand, infatti, vede come protagonisti quattro adolescenti negli anni ’60 che provano a fare di tutto per andare a vedere i Beatles in studio all’ Ed Sullivan Show. La pellicola risale al 1978, fu quindi impossibile coinvolgere i membri del gruppo nel cast. Ciò che colpisce maggiormente di I Wanna Hold Your Hand è che, sebbene i Fab Four non appaiano mai durante tutto il film, non se ne sente affatto la mancanza, grazie ai costanti riferimenti al gruppo e alla strabiliante colonna sonora.

2) I Am Sam

Sebbene la musica dei Beatles non sia stata la massima fonte di successo al botteghino per questo film, è ciò che ne ha maggiormente influenzato la produzione. I Am Sam è un drammatico in cui Sean Penn interpreta un uomo ossessionato dal quartetto di Liverpool, in lotta per l’affidamento di sua figlia. Lo stesso regista  ha rivelato di essere particolarmente legato al gruppo e di aver avuto intenzione, sin dall’inizio, di utilizzare la musica dei Beatles come colonna sonora della pellicola. Sembrerebbe che le straordinarie tracce della band abbiano echeggiato negli Studios per l’intera durata delle riprese.

1) Yesterday

Il girato si basa su un quesito particolarmente articolato; la musica dei Beatles riscuoterebbe lo stesso successo anche se uscisse oggi? A tentare di dare una risposta ad una domanda così discussa, è stato il regista Danny Boyle che, sulla base di quest’interrogativo, ha irto una straordinaria pellicola dal sapore comico quanto intriso di passione per la musica e per l’opera dei Fab Four in particolare. Nel film, il giovane aspirante musicista Jack Malick si risveglia da un coma in un mondo in cui i Beatles non sono mai esistiti. Così, decide di cavalcare l’onda del loro successo, spacciando le loro canzoni per sue. La svolta arriva per lui quando Ed Sheeran lo ingaggia per aprire i suoi concerti. L’intero film si presenta come un concentrato di risate e cultura musicale, meravigliosamente orchestrato.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)