gtag('config', 'UA-102787715-1');

5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

Ci sono tantissime leggende metropolitane sui Led Zeppelin per via dei loro legami con il mondo dell’occulto, della magia nera e dell’ambiguità dei loro testi. Scopriamone alcuni:

1) 5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

La prima leggenda di cui vogliamo parlarvi è risalente al concerto della band al Seattle Pop Festival, tenutosi il 27 luglio del 1969. Dopo l’esibizione la band si è ritirata nell’albergo dove alloggiavano. Si dice che quella sera alcuni membri dei Led Zeppelin si appartarono con una groupie in una delle stanze dell’albergo e passarono la serata infilando pezzi di uno squalo pescato poco prima nei suoi orifizi.

2) 5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

La seconda leggenda metropolitana riguarda “Stairway To Heaven”. Gira voce infatti che se si ascolta il brano al contrario al verso “bustle in your hedgerow”, si può sentire: “here’s to my sweet Satan/ The one whose little path would make me sad, whose power is Satan / He will give those with him 666 / There was a little toolshed where he made us suffer, sad Satan”.

3) 5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

Nel maggio 1966, Keith Moon e John Entwistle registrarono il brano “Beck’s Bolero” assieme a Page, John Paul Jones e Jeff Beck. La traccia che ne uscì fuori piaque così tanto ai cinque che pensarono addirittura di formare una nuova band, ma Moon disse “they would go over like a lead balloon”, con queste parole il batterista voleva dire che la band avrebbe fallito completamente e sarebbe stata considerata un totale flop dal pubblico.

4) 5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

Bonham fu trovato morto la mattina del 25 settembre 1980 a casa di Jimmy Page, dopo una giornata passata a bere e a suonare. Dall’autopsia risultò che il batterista era morto soffocato nel suo stesso vomito e che dentro il suo corpo c’era l’equivalente di  di 40 shot di vodka. Bonham aveva bevuto talmente tanto da essere ancora ubriaco quando il suo corpo aveva cominciato a buttare fuori tutto quell’alcool.

5) 5 leggende metropolitane che (forse) non sapevi sui Led Zeppelin

Ad inizio anni ’70, Page ebbe una storia con una 14enne, dal nome Lori Maddox, una groupie che il chitarrista conobbe a Los Angeles. Page ha confermato la storia, ammettendo che se la storia fosse saltata fuori avrebbe potuto passare qualche guaio legale persino a quei tempi. Page però lasciò la Maddox dopo due anni, per poi mettersi con la maggiorenne Bebe Buell.

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)