gtag('config', 'UA-102787715-1');

AC/DC, Angus Young: “Ecco qual è stato il concerto più spaventoso di sempre a cui ho assistito”

Gli AC/DC rappresentano di sicuro una delle immagini artistiche più iconiche che siano mai state osservate nella storia della musica, soprattutto dal vivo e in occasione di concerti ed esibizioni della formazione australiana. Allo stesso tempo, la band può essere anche identificabile come una delle migliori – dal punto di vista prettamente comunicativo e di impatto con il pubblico – che ci siano mai state nella storia della musica. Sulla base di queste considerazioni, non sorprende che Angus Young possa giudicare dei concerti per la loro bellezza e le loro determinazioni; vogliamo parlarvi di quelle dichiarazioni dell’australiano, circa il concerto più spaventoso di sempre a cui ha avuto modo di assistere.

Le dichiarazioni di Angus Young sul concerto più spaventoso di sempre a cui ha assistito

In merito al concerto più spaventoso di sempre a cui ha avuto modo di assistere Angus Young, è stato lo stesso australiano a riportare importanti dichiarazioni. L’australiano ha parlato nel corso di una sua intervista, spiegando che il concerto più spaventoso di sempre che ha osservato non è di Ozzy Osbourne, non di altri personaggi che hanno fatto la storia per la loro personalità certamente fuori dalle righe.

Per le determinazioni e per la caratteristiche di quelle esibizioni, i primi e piccoli concerti della formazione australiana in pub e locali sono stati spaventosi, come sottolineato dallo stesso Angus Young: “È stata la cosa più spaventosa che abbia mai visto sul palco. Ma grazie a Dio, non ho avuto tempo per pensare. Sono andato direttamente là fuori. La prima reazione del pubblico ai pantaloncini e agli altri abiti è stata come osservare un mucchio di pesci al momento del pasto, con tutte le bocche aperte. Avevo solo una cosa in mente: non volevo essere un bersaglio per i tizi che lanciano bottiglie. Pensavo che se fossi rimasto fermo sarei stato un bersaglio. Quindi non ho mai smesso di muovermi. Io ho pensato che se fossi rimasto fermo sarei morto.”

E infine: “Ricordo che una sera ho detto al resto della band, ‘Non ci vado’. La polizia non poteva entrare. C’era un pazzo che correva nell’atrio con una mannaia, tagliando la gente! E la prima fila era tutta piena di motociclisti. Ho detto, ‘Vogliono solo sangue!'”. Insomma, il pubblico australiano dei primi concerti della band non era certamente dei migliori, e sicuramente non aveva le migliori intenzioni nei confronti degli AC/DC. Anche per questo motivo la formazione australiana è sembrata maturata secondo certi aspetti, essendo diventata senza dubbio una delle più rappresentative di sempre, soprattutto dal vivo. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.