gtag('config', 'UA-102787715-1');

AC/DC: Chris Slade: “Quando Axl Rose è entrato nella band sono rimasto scioccato”

Gli AC/DC si stanno avvicinando a passi spediti alla fatidica soglia del primo mezzo secolo di storia. La band hard rock australiana, infatti, continua a fare musica dal lontano 1973 e non ha alcuna intenzione di fermarsi. Non sono mancate le peripezie che hanno riguardato la formazione di Sydney, dalla tragica morte nel 1980 del primo cantante Bon Scott ai problemi d’udito che hanno riguardato il suo successore, Brian Johnson. Ecco come ha reagito il batterista Chris Slade alla sostituzione temporanea del leader carismatico con Axl Rose, il frontman storico dei Guns N’ Roses.

Cosa è accaduto nel 2016 agli AC/DC

Il 2016 è stato un anno davvero particolare per gli AC/DC. Infatti, la band ha dovuto vedersela con i forti problemi d’udito che hanno attanagliato il cantante Brian Johnson. Il 15 marzo dello stesso anno, l’artista è costretto a fermarsi. Anzi, sono gli altri membri che lo licenziano e lui si sente addirittura tradito. Per completare il Rock or Bust World Tour, il gruppo sceglie di chiamare Axl Rose, reduce da una lunga esperienza insieme ai Guns. La situazione è solo temporanea, dato che nel 2018 Johnson torna regolarmente al suo posto, anche se non ha mai smesso di registrare canzoni in studio insieme ai suoi compagni storici. Nel frattempo, la band australiana ha dovuto fare i conti anche con il ritiro di Cliff Williams e la morte del leggendario chitarrista Malcolm Young.

La reazione di Chris Slade all’arrivo di Axl Rose

Quando Axl Rose ha abbracciato il progetto AC/DC, ha senz’altro raccolto reazioni contrastanti. Un chiaro esempio è rappresentato dal batterista Chris Slade, tornato nel complesso nel 2015 a circa 20 anni dalla sua uscita precedente. In occasione di un dialogo con i Sonic Perspectives, l’apprezzato musicista ha dichiarato come si è sentito dopo l’addio di Johnson e l’arrivo di Axl. “Nonostante i suoi problemi, credo Brian stesse cercando di fare il proprio meglio.”, così esordisce Slade. Quindi, ha aggiunto la sua reazione all’arrivo del leader dei Guns N’ Roses“Sono rimasto scioccato dall’addio di Brian, ma lo sono rimasto ancora di più quando ho saputo dell’imminente ingresso di Axl Rose”. Di sicuro, un avvento del genere non lascia indifferenti.

Gli inizi di Chris Slade con la band australiana

Nella stessa occasione, Chris Slade ha parlato di alcuni aneddoti relativi all’inizio della sua lunga epopea insieme agli AC/DC, risalente al 1989. “Ero più preoccupato che nervoso, specialmente quando si trattava di interagire con il pubblico. All’inizio ero convinto di suonare molto male. Al provino suonai Back In Black e Highway To Hell, ma i membri del gruppo volevano che suonassi Rock Your Heart Out, a quei tempi un brano inedito. Mi dissero di impiegare tutto il tempo necessario ad impararla. È stato ed è meraviglioso suonare insieme a loro”. L’esperienza di Chris insieme ad Angus Young e agli altri membri della band rock australiana si è poi conclusa nel 2018.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)