gtag('config', 'UA-102787715-1');

AC/DC: ufficiale, nuovo album e tour nel 2020, le info

La notizia è recentissima: gli AC/DC pubblicheranno un nuovo album per il 2020 e faranno un tour con Brian Johnson. Su questo le voci ufficiali ci sono, tra cui anche Eddie McGuire, personaggio radiofonico australiano e da sempre molto vicino alle vicende della band di Angus Young. La notizia del ritorno di Brian Johnson nel gruppo è probabilmente quella più bella, dal momento che molti pensavano che lo storico cantante non avrebbe mai recuperato dalla sua sordità. A quanto pare, si è deciso di utilizzare degli speciali auricolari per permettere al cantante di sentire la musica e le chitarre taglienti di Angus Young. Ma cerchiamo di vedere ora i dettagli del nuovo album e il tour, proprio con Brian Johnson.

IL RITORNO UFFICIALE DI BRIAN JOHNSON

Dopo che la perdita dell’udito lo costrinse ad abbandonare temporaneamente il gruppo un giorno nel 2016, la band aveva chiamato Axl Rose. Alcuni erano stati anche piuttosto contenti di questa scelta, ma moltissimi altri no per tantissime ragioni. Axl Rose non è australiano, è “troppo” più giovane rispetto al resto della band, vocalmente non è invecchiato benissimo e con lo stile della band il frontman dei Guns n’Roses non c’entra davvero nulla. Ma i fan non dovranno più preoccuparsi perché arriverà Brian Johnson, è ufficiale. Ma oltre al ritorno di Brian, ci sarà anche un altro ritorno.



IL RITORNO UFFICIALE DEL BATTERISTA PHIL RUDD

Oltre al ritorno di Johnson, il gruppo potrebbe anche riunirsi con il batterista Phil Rudd il quale era uscito nel 2015 dopo essere stato condannato per possesso di droga e per aver minacciato di uccidere un ex dipendente. McGuire ha detto: “Dovrebbe rientrare anche Phil Rudd, dopo i suoi problemi che ha avuto negli ultimi tempi“. Non si ha l’assoluta certezza di ciò, ma è logico pensare che sia molto vicino alla realtà. La domanda che giunge adesso è forse quella più naturale ovvero: come sarà il nuovo album? Sarà un insieme di hit o un progetto un po’ più particolare e sperimentale? Chi può saperlo?

IL SEGUITO DI “ROCK OR BUST”?

In fondo non c’è nulla che effettivamente riesce a durare per sempre. Nel 2014, come saprete, Malcolm Young, che fondò la band con il fratello e il chitarrista Angus nel 1973, si ritirò dalla band a causa della demenza. Nello stesso anno uscì l’ultimo album degli AC/DC, intitolato “Rock or Bust”. Si tratta di un vero e proprio figlio dell’incertezza e che dà al rock n’roll il compito di essere una panacea per tutti i mali del mondo, come una sorta di potentissimo vaccino. Ebbene, questo pensiero rende questo lavoro degli AC/DC come un po’ “datato” e che si dimostra come la copia dei lavori storici degli AC/DC. Non per nulla, i fan lo presero in maniera normale, né bene ma neanche male.



SARÀ UN ALBUM DI INEDITI O DI VECCHI SUCCESSI RIARRANGIATI?

In fondo gli AC/DC ci hanno insegnato che il cuore pulsante del rock’n’roll è sempre bloccato in uno stato di adolescenza. Per questo motivo è logico pensare che il nuovo album sarà ancora un disco di inediti che non si discosta moltissimo dai vecchi e classici album. Fare un album di vecchi successi riarrangiati non avrebbe un grande senso, il pubblico ama quel mood AC/DC e non è semplice svecchiarlo. Perciò rifare i pezzi non ha molto senso. Staremo a vedere.



Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.