gtag('config', 'UA-102787715-1');

Aerosmith, quella volta che Lenny Kravitz suonò con Steven Tyler

Vediamo insieme quella volta che Lenny Kravitz suonò con Steven Tyler in una canzone degli Aerosmith. Era il 1992 e in realtà il disco Get a Grip della band di Joe Perry era già fatto e finito, pronto per uscire nella seconda metà dell’anno. A quanto pare però il disco non era perfetto, per nulla, almeno questo era il pensiero di John Kalodner, il responsabile della Geffen, tra l’altro la stessa casa discografica dei Nirvana. Le canzoni non erano abbastanza varie e non c’erano sufficienti pezzi in grado di spaccare le radio come dei fortissimi singoli. Il gruppo però non era assolutamente domo e voleva fare veramente un disco bello, un disco fatto bene.

L’arrivo in forze di nuovi musicisti per gli Aerosmith

Quale è la cosa migliore da fare quando si è in dubbio o in difficoltà? Si chiede aiuto ed è proprio quello che fecero gli Aerosmith. La band chiamò diversi musicisti affinché dessero una mano a creare dei brani nuovi e arricchire quelli già esistenti. Steven Tyler e Joe Perry chiamarono il musicista Desmond Child ma non solo, il gruppo chiamò anche altri musicisti come Richard Supa, Taylor Rhodes, Jack Blades e anche Lenny Kravitz. Il chitarrista e vocalist autore di quella grande canzone che è Are You Gonna Go My Way suonò con Steven Tyler con grandissima felicità in un pezzo molto particolare.

La canzone degli Aerosmith cantata con Lenny Kravitz

Lenny Kravitz collaborò alla stesura e alla parte vocale di Line Up, cantata e suonata con Steven Tyler. Se siete interessati a riascoltare la canzone o a recuperarla se non l’avete mai sentita, basta cliccare QUI, c’è il link diretto. Tra l’altro la canzone potreste già conoscerla per via traverse e i fan di Jim Carrey, l’attore americano, sanno a cosa ci riferiamo. La canzone in questione compare nella colonna sonora di Ace Ventura, uno dei film più famosi di Jim Carrey che ha definitivamente lanciato la sua carriera a Hollywood. In questo caso Line Up si presenta come una classica canzone degli Aerosmith in cui la voce di Steven Tyler raggiunge dei livelli di follia senza precedenti.

La copertina

In effetti il disco è degno di nota non solo perché ha moltissimi musicisti al suo interno che ha curato il suono, ma anche per la copertina. La copertina infatti ritrae le ghiandole mammarie di una mucca adornate di un piercing e da un tatuaggio piuttosto rock. Immaginate già all’epoca questo scenario: gruppi animalisti alla riscossa che protestano al massimo contro gli Aerosmith rei di non rispettare gli animali. Tutta colpa di quel tatuaggio sulla mucca ma soprattutto di quel piercing sulla mammella che pare proprio quello di Steven Tyler. In realtà la band smentì subito dicendo che si trattava di una immagine digitale.

Boom!

Alla fine la band riuscì a fare uno dei suoi migliori lavori in uno dei più riusciti dischi degli anni Novanta. Il disco, va detto, seppur non apprezzato dalla critica come Pump, ha avuto un bel boom di vendite e raggiunse il numero uno delle classifiche quasi ovunque. Mica male.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.