gtag('config', 'UA-102787715-1');

Alice Cooper: “Ecco cosa penso del personaggio che ho creato”

Alice Cooper è una delle Rock Star più idolatrate di tutti i tempi. Il suo apporto sulla scena musicale Rock è profondissimo, avendo ispirato migliaia di giovani, nei suoi anni d’oro e, continuando ad influenzare l’attitudine e lo stile dei Frontman Hard Rock di maggior spicco sul panorama contemporaneo. Quello di Alice Cooper è un personaggio poliedrico, trasgressivo e senza eguali. Si tratta, in effetti, di una figura capace di incarnare i tratti salienti che hanno reso il Rock un movimento culturale fondamentale per la società moderna.

Di recente, Alice Cooper si è espresso riguardo il personaggio che ha creato e, attraverso il quale, ha infiammato alcuni dei palchi più prestigiosi in assoluto in giro per il mondo. In particolare, Alice Cooper ha rivelato di essere, sostanzialmente, la sua Rock Star preferita. Il leggendario cantante è stato ospite del Volume Show in onda su SiriusXM. Durante il colloquio, all’artista sono stati posti diversi quesiti riguardo la sua esuberante personalità musicale e sul modo in cui gestisce il suo personaggio a riflettori spenti. In quest’articolo, abbiamo riportato le sue parole.

Alice Cooper parla del suo personaggio sul palco

Durante il colloquio, Cooper ha effettuato alcune dichiarazioni interessanti che, forse, i suoi fan più devoti si sarebbero sicuramente aspettati. In particolare, il cantante ha esordito dicendo: “Ho creato un personaggio che mi piace davvero molto. Alice è la mia Rock Star preferita. Riesco a separare completamente la mia personalità da quella del mio personaggio sul palco. Quando mi rilasso a casa, con i miei nipoti intorno ed i miei figli che adorano la musica di Alice Cooper, ognuno riesce a comprendere che, in quell’occasione, non sto vestendo i suoi panni. Quando guardiamo dei video di Alice, i ragazzi mi dicono: ‘Guarda papà, c’è Alice Cooper!”. Sanno perfettamente che recito una parte quando entro in scena.

Successivamente, Alice Cooper ha spiegato di aver costruito il suo personaggio in funzione dei canoni che, a suo avviso, un vero Rocker dovrebbe rispettare per essere degno di tale appellativo. Sull’argomento, il cantante di School’s Out ha detto: “Ho avuto bisogno di creare questa distinzione per la mia famiglia. Ho strutturato Alice ed i suoi tratti fondamentali affinché diventasse la mia Rock Star preferita. Semmai dovesse smettere di piacermi, allora ci sarebbe qualcosa di davvero sbagliato!”. Dopodiché, il frontman ha concluso: “Ho sempre voluto che le Rock Star assumessero dei tratti da cattivi. Credo che un Rocker debba essere spavaldo. Tutto questo, però, era tanto divertente quanto pericoloso. In fin dei conti, è cosi che immaginavo Alice quando l’ho creato”.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)