gtag('config', 'UA-102787715-1');

Barack Obama: le canzoni che lo hanno ispirato durante il suo soggiorno alla Casa Bianca

Gli americani hanno scelto: sarà Joe Biden il 46° Presidente degli Stati Uniti. Con una meritata vittoria, Biden si è imposto sul suo rivale Donald Trump e, ora, le redini del paese sono nelle sue mani. Prima ancora di Biden -e di Trump naturalmente- a guidare gli USA c’era Barack Obama: uno dei Presidenti più amati ed apprezzati della storia. Quarantaquattresimo Presidente degli Stati Uniti –in carica dal 2009 al 2017Barack Obama ha recente pubblicato una singolare playlist, una serie di canzoni che -in un modo o in un altro- lo hanno accompagnato ed ispirato durante il suo soggiorno alla Casa Bianca.

Barack Obama: le canzoni che lo hanno ispirato durante il soggiorno alla Casa Bianca

Guidare un paese non dov’essere affatto un compito semplice, soprattutto se si parla di una nazione come gli Stati Uniti. Barack Obama, durante la sua presidenza, ha potuto contare naturalmente sull’eterno appoggio di sua moglie Michelle (e delle due figlie Malia e Sasha) e su un’amica speciale: la musica.

“La musica ha sempre avuto un ruolo importante nella mia vita, in particolar modo durante la mia presidenza -ha scritto l’ex Presidente Barack Obama in un tweet- in occasione dell’uscita del mio prossimo libro, ho creato questa speciale playlist con alcune memorabili canzoni relative alla mia amministrazione. Spero vi piaccia.”

Dai Beatles a Bob Dylan, passando per Aretha Franklin e Miles Davis

In questi giorni, infatti, verrà pubblicato il suo prossimo libro: “A Promise Land“, il primo volume delle sue memorie presidenziali. La playlist pubblicata da Barack Obama è davvero singolare e spazia dal rock dei Beatles al pop di Beyonce, dal jazz di Miles Davis al rap di Eminem fino ad arrivare al soul tipico di Aretha Franklin.

Alcuni di questi brani sono realmente i preferiti di Obama, altri sono ‘semplicemente’ legati alla sua storica esperienza alla Casa Bianca. ‘Michelle‘ dei Beatles (eseguita tra l’altro da Sir Paul McCartney dal vivo nella Casa Bianca nel 2010) è, ad esempio, un chiaro omaggio a sua moglie Michelle Obama. Oppure, ancora, il classico di Etta James ‘At Last‘ eseguito da Beyonce: molto caro all’ex Presidente perché presentato durante il ballo inaugurale alla White House nel 2009.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)