gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles: ecco che cosa pensava John Lennon degli Stati Uniti d’America

John Lennon è passato alla storia non soltanto per il suo incredibile talento, oltre che per quelle abilità artistiche che l’hanno reso fondamentale e fortemente conosciuto nell’ambito della storia della musica, ma anche per quel carattere e quella personalità che sono sempre stati in grado di rendere John Lennon al di fuori delle convenzioni sociali, anche relativamente a dichiarazioni e interviste. Nel prendere in considerazione questo parametro, vogliamo considerare alcune dichiarazioni nello specifico che sono state rilasciate dallo stesso britannico e che riguardano il suo rapporto di amore-odio con gli Stati Uniti d’America. Ecco che cosa pensava degli Stati Uniti d’America il leader dei Beatles, considerando soprattutto le sue parole.

Le dichiarazioni di John Lennon sugli Stati Uniti d’America

Nel prendere in considerazione il pensiero che John Lennon aveva nei confronti degli Stati Uniti d’America, la via di accesso più veloce alla verità è rappresentata dalle dichiarazioni dello stesso britannico, che si è espresso nel corso di una sua intervista, parlando sia del rapporto di amore-odio con il paese americano, sia di ciò che sentitamente non riusciva a sopportare dello stesso.

Nello specifico, John Lennon ha dichiarato quanto segue: “La amo e la odio. America è esattamente il luogo in cui si trova. Sarei dovuto nascere a New York, sarei dovuto nascere nel Village, è quello il mio posto. Perché non ci sono nato? Parigi c’è stata nel diciottesimo secolo, Londra non credo ci sia mai stata, se non per quanto riguarda la letteratura, quando [Oscar] Wilde e [George Bernard] Shaw e tutti loro erano lì. New York era lì.” E ancora, in merito a ciò che odia degli Stati Uniti: “Mi dispiace profondamente di non essere stato un americano… Può darsi che stia morendo e che ci sia molta sporcizia nell’aria che si respira, ma è qui che succede maggiormente. Si va in Europa per riposare, come in campagna. L’America è così prepotente, l’America, e io sono un tale fottuto storpio, che non posso sopportare molto, è troppo per me”.

La presenza di John Lennon nella cultura americana

Nonostante dichiarazioni certamente non felici da parte di John Lennon per quanto riguarda gli Stati Uniti, la figura del britannico è ben presente all’interno della cultura americana, che ha sempre e fortemente apprezzato il leader dei Beatles. Basti pensare alla Rock and Roll Hall of Fame, l’istituzione americana che ha premiato per ben due volte John Lennon, prima in quanto a membro dei Beatles, poi come artista solista. E ancora, si potrebbe pensare al celebre monumento Strawberry Fields, dedicato alla memoria di John Lennon e presente a New York City; il memoriale in questione è ogni giorno oggetto di numerosissime visite e dell’amore di fan e conoscitori del cantautore e musicista britannico. Insomma, la presenza e la forza di John Lennon all’interno della cultura americana non è assolutamente da mettere in discussione

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.