gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, ecco quale è il primo capolavoro (segreto) di John Lennon

Quale è il primo capolavoro (segreto) di John Lennon quando era membro dei Beatles? John Lennon è senza dubbio uno dei migliori cantautori rock di tutti i tempi. Insieme a Paul McCartney, ha trasformato i Beatles in uno dei più grandi fenomeni dello spettacolo, ma con il loro album Rubber Soul hanno spaccato tutto. Prima dell’uscita di quel disco, la band aveva lottato per scrollarsi di dosso l’immagine di semplice boy band. Era un soprannome che era davvero detestato dai fan di Fab Four e pure la band non lo sopportava affatto. A parte le fan urlanti, le recensioni positive sui giornali e i singoli in cima alla classifica, Lennon e il resto del gruppo volevano essere una band rock seria.

La svolta dei Fab Four

Oltre ad abbandonare gli abiti abbinati e non dare più le risposte “telefonate” alle domande dei giornalisti, la band ha iniziato a cercare dentro di sé la loro ispirazione musicale. Decisero di non fare più le canzoni irriverenti sulle notti estive e sulle relazioni amorose tra fidanzatini. Ora il pubblico aveva bisogno di qualcosa di più, qualcosa di tangibile. Lennon fu il primo a capire questa esigenza e questo bisogno. Torniamo allora indietro nel tempo. Nel 1965 ascoltare una pop star dell’epoca cantare e parlare in modo così sincero riguardo la propria vita era qualcosa di davvero strano. Quale è il primo capolavoro (segreto) di John Lennon quando era membro dei Beatles allora? 

Il cambiamento della band e di John Lennon

Quel pezzo è stato un grande balzo in avanti per Lennon e la band. I Beatles iniziarono ad avere un grande successo con la loro nuova direzione artistica e crearono alcune delle loro opere più belle usando le loro stesse vite come punti di riferimento. Ma c’è sempre una prima canzone che ha iniziato la tendenza e per i Beatles è stata “In My Life”. Lennon disse in una conversazione per Playboy: “È stata la prima canzone che ho scritto che era coscientemente sulla mia vita. Ci sono posti che ricorderò / Tutta la mia vita anche se alcuni sono cambiati… Prima, stavamo solo scrivendo canzoni alla Everly Brothers, Buddy Holly – canzoni pop da poco. Le parole erano quasi irrilevanti.”

La storia del capolavoro (segreto) di John Lennon

Lennon ha rivelato in quell’intervista come nacque quel brano. Rivelò: “In My Life” è iniziato come un viaggio in autobus da casa mia in 250 Menlove Avenue in città, menzionando tutti i luoghi che ricordavo. Ho scritto tutto ed è stato ridicolo… era una cosa noiosa e il titolo iniziale “Cosa ho fatto durante il viaggio in autobus per le vacanze” non funzionava affatto. Ma poi mi sono rilassato e le parole mi sono venute fuori ragionando sui luoghi che stavo ricordando. È stato, credo, il mio primo vero lavoro importante. Fino ad allora era stato tutto un po’ trasandato. E quella è stata la prima volta che ho consapevolmente inserito la mia parte letteraria di me stesso nel testo.”

L’aiuto di Paul McCartney

In un’intervista del 1984, Paul McCartney ammise di aver scritto la melodia del pezzo e disse: “Penso di aver scritto io la melodia per quello […]. John ha dimenticato o non pensava che avessi scritto la melodia. Ricordo che aveva le parole, come una poesia. Ricordo di essere andato via per mezz’ora e di essermi seduto con un Mellotron che aveva, scrivendo la melodia”.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.