gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, John Lennon: “I Beatles hanno fatto bene a separarsi, ecco perché”

E voi siete tra quelli che sono felici per la separazione dei Fab Four? Oppure siete convinti al 100% che in realtà non si sarebbero mai dovuto separare, continuando a fare dischi su dischi, singoli su singoli, film e quant’altro? Siamo sicuri che le due fazioni continueranno a esistere ancora per lunghissimo tempo e non ci sarà mai un giusto e uno sbagliato. L’unica cosa che rimane è la storia, ovvero il fatto che i Beatles non esistono più dal 1970, quando si separarono. Tra le altre cose, i membri dei Beatles non esistono più, non tutti almeno, a seguito della morte di John Lennon per omicidio e di quella di George Harrison per una malattia. Proprio John Lennon disse: “I Beatles hanno fatto bene a separarsi”.

La fine della band

Perché mai avrebbe dovuto separarsi la band più grande del mondo e, ai posteri, la più importante della storia del pop e del rock, a conti fatti? Secondo John Lennon, i Beatles hanno fatto bene a separarsi perché la rottura della band ha davvero avvantaggiato tutti. Cosa mai avrà voluto dire? L’autore di Imagine una volta ha rivelato perché credeva che i Beatles avrebbero beneficiato della loro fine. Ormai 50 anni fa i Beatles pubblicarono il loro ultimo album in studio Let It Be e infine si sciolsero dopo una carriera di neppure 10 anni.

Il successo dei Beatles ai posteri

I Fab Four separati hanno di fatto continuato a pubblicare i loro album da solista e la band non perdeva di popolarità. Intervista dalla rivista Far Out, il membro più “onirico” dei Beatles ha rivelato il suo pensiero nel 1972. Alla domanda se i Beatles si sarebbe potuti riformare o se fossero troppo incentrati sull’ego, Lennon rispose: “Siamo sempre stati egocentrici”. Ha fatto notare che i suoi colleghi di band erano presenti di fatto nei suoi album solisti. Lennon ha dichiarato: “George suona praticamente metà delle canzoni del mio disco. L’unica ragione per cui Ringo non ci pensava era perché era all’estero, a girare il suo film”.

Il ritorno dei Beatles senza Paul

I Beatles sarebbero continuati? Lennon afferma: “Quindi allora saremmo stati in tre, ma non sarebbero stati i Beatles. Sarebbe stato la Plastic Ono Band perché avrei avuto l’ultima parola. Non ci sarebbero state decisioni da parte di George o Ringo, io volevo avere l’ultima parole – che è quello che è successo con i Beatles in verità- ma poi sono stato più diplomatico. Quindi sì, è del tutto possibile che i Beatles lavorino insieme, perché potrei suonare con George o Ringo se volessero il mio stile di musica.” Notate come non abbia parlato di Paul McCartney quindi, di fatto, non sono i Beatles al completo.

La fortuna dei Beatles solisti

Lennon ha continuato a sottolineare come i Beatles fossero cresciuti in modo creativo dalla loro rottura. Ha detto: “Immagina come siamo fioriti dalla nostra fine. George è improvvisamente il più ricco di tutti noi [con All Things Must Pass]. Penso che la mia musica sia migliorata di un milione di volte in termini lirici e tutto il resto. E Ringo sta facendo delle belle cose e sta scrivendo “‘It Don’t Come Easy” e ora dovrebbe scrivere la canzone su una cosa che riguarda i cowboy. È davvero bellissimo.”

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.