gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, la storia della reunion segreta dei Fab Four nel 1994 (VIDEO)

Beatles hanno fatto sognare tutto il mondo della musica grazie ai loro straordinari successi negli anni ’60, rimasti nella storia del rock e non solo. Eppure, non molti si ricordano di quando la band ha vissuto una breve reunion verso la metà degli anni ’90. Ovviamente, in quella occasione hanno potuto lavorare insieme solo tre membri su quattro a causa della morte di John Lennon, ucciso nel 1980 da Mark David Chapman. Ad ogni modo, il progetto The Beatles Anthology catturò l’attenzione di milioni di appassionati.

La registrazione di video extra per The Beatles Anthology

Per quale motivazione Paul McCartneyGeorge HarrisonRingo Starr si riunirono dopo diversi anni, seppur in maniera temporanea? I tre hanno ricordato il compianto John nel modo in cui hanno sempre saputo farlo meglio, ossia facendo musica. Il complesso si radunò all’interno dell’abitazione lussuosa di Harrison, Friar Park, con l’obiettivo di registrare video extra per il progetto The Beatles Anthology. Il trio ha realizzato una sorta di breve remix dei primi brani dei Fab Four. Quindi, ha preso parte a vari documentari televisivi di notevole successo, che hanno trattato l’epopea della band dal piccolo locale Cavern al successo globale.

Il ritorno al lavoro insieme per i Beatles

Paul, George e Ringo si diedero molto da fare per lavorare al documentario. Fu davvero meraviglioso tornare a vedere tre star straordinarie tornare ad operare in perfetta collaborazione. I loro produttori avevano suggerito di eseguire una nuova versione di Let It Be, ma l’assenza di John li mise in evidente difficoltà. Iniziarono a girare per il giardino di George e optarono per un medley di alcune delle prime canzoni della loro band, allo scopo di omaggiare il loro caro amico. I tre si esibirono insieme dopo oltre due decenni, con l’ausilio di una coppia di chitarre acustiche e una batteria, ovviamente suonata da Ringo Starr. Tre furono i brani eseguiti dal terzetto: RaunchyThinking of LinkingBlue Moon of Kentucky. Come vedremo nelle righe seguenti, le tre canzoni non furono assolutamente scelte a caso.

I tre brani cantati nella reunion dei Beatles

Raunchy è stata una traccia molto importante per i Beatles. In questo caso, un 14enne George Harrison suonava il brano nella parte posteriore di un autobus, mentre stava effettuando il provino per Macca e Lennon. George riuscì ad impressionarli grazie ad un’esibizione di assoluto rilievo, che gli consentì di entrare a far parte dei Quarrymen, poi diventati BeatlesThinking Linking è una canzone essenziale perché scritta da Paul all’età di soli 16 anni. “Pensare a questo brano è stato strano”, affermò McCartney. “Ho associato le immagini e ho collegato la musica, dando vita ad un collegamento al quale le persone si sarebbero associate”Blue Moon of Kentucky, infine, era un pezzo scritto dal musicista Bill Monroe sotto forma di valzer ed era un omaggio alla musica degli anni ’40. Questa canzone fu rivisitata anche da Elvis Presley.

Diamo un’occhiata al filmato dell’unica vera reunion dei Beatles, con McCartney, Harrison e Starr che hanno ritrovato per qualche giorno la magia di un tempo:

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)