gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, le strisce pedonali di Abbey Road sono state ridipinte

Gli impiegati e operai comunali del Consiglio inglese hanno approfittato delle strade vuote per abbellire uno dei soggetti dell’iconica copertina dell’album dei Beatles del 1969. Si tratta di Abbey Road, il penultimo disco dei Fab Four prima dell’uscita di Let It Be l’anno successivo, nel 1970, che riscuote successo. Le celeberrime strisce pedonali di Abbey Road rese famose dall’omonimo album dei Beatles del 1969 sono state ridipinte mentre le strade di Londra erano vuote a causa della pandemia di Coronavirus. Gli operai avevano praticamente via libera dal momento che la quarantena iniziata giusto qualche giorno fa non permetteva a nessun civile di avvicinarsi.

L’intervento di ripittura del passaggio pedonale

Una squadra di addetti alla manutenzione delle autostrade, in modo incredibilmente silenzioso (o forse no?), ha pulito la strada e ridipinto le strisce pedonali di Abbey Road il 24 marzo. Il giorno prima il Premier britannico Boris Johnson aveva ordinato che tutta la Gran Bretagna doveva rimanere a casa in quarantena per cercare di arginare la diffusione del virus. Ovviamente questo decreto speciale, come in Italia, non riguarda le attività essenziali come le aziende che si occupano di alimentari e beni vari di prima necessità.

Le dichiarazioni del ministro del turismo inglese

La copertina dell’album Abbey Road è davvero iconica. In periodi normali, i fan fanno delle vere e proprie code per fare una foto camminando sul celebre passaggio pedonale. Il governo aveva designato l’attraversamento come un sito di importanza nazionale già 10 anni fa, nel 2010. Solo con l’approvazione delle autorità locali è possibile eseguire qualche intervento di “restauro“. “Questo passaggio pedonale di Londra non è un castello o una cattedrale ma, grazie ai Beatles e ad un semplice servizio fotografico di 10 minuti una mattina d’agosto del 1969, ha un’affermazione altrettanto forte di qualsiasi altro luogo da vedere come parte della nostra eredità”. Queste sono state le dichiarazioni di John Penrose, il ministro del turismo e del patrimonio inglese.

La ristampa speciale del vinile

I rimanenti, ovvero Paul McCartney e Ringo Starr, hanno celebrato proprio un anno fa, nel 2019, il 50° anniversario dell’album Abbey Road. A gennaio 2020 il disco è stato annunciato come il più bel disco in vinile degli ultimi anni negli Stati Uniti. Pensate che, in questa particolare classifica, Abbey Road raggiunge solamente l’ottava posizione del Regno Unito. I fan inglesi dei Beatles hanno infatti preferito la copertina di Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band, altro splendido disco dei Fab Four.

La storia della fotografia

La copertina di Abbey Road era stata girata alle 11.35 dell’8 agosto 1969, quando John Lennon, George Harrison e Ringo Starr si stavano prendendo una piccola pausa. In piedi su una scala a pioli nel mezzo della strada, il fotografo Iain Macmillan aveva solo il tempo di scattare sei fotografie sulla sua macchina fotografica, visto il traffico. McCartney ha selezionato la quarta immagine in quanto gli sembrava la migliore tra tutte. “Stavo camminando a piedi nudi perché era una giornata calda”, aveva detto McCartney. Tra le altre cose, Paul fece una parodia nell’album del 1993, Paul Is Live, in posa con un cane all’incrocio.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.