gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, Paul McCartney e quella volta che decise di denunciare i Beatles perché…

Paul McCartney aveva rivelato: “Ho deciso di denunciare i Beatles per salvarli”. Il Nostro ha affermato che in realtà la band non si odiava a vicenda, i vari membri (a discapito di qualche normalissimo litigio più di natura creativa). Paul ha detto: “Ho sofferto per John, tutti credevano che ci odiassimo l’un l’altro ma non era vero”. Ecco che Paul ha svelato quindi l’arcano, i Beatles erano di fatto finiti dal punto di vista discografico, si erano stancati di andare avanti insieme e volevano prendere strade soliste. Questo di fatto fu molto positivo per tutti, tutti i membri ebbero (chi più e chi meno) ottimi successi nei loro dischi solisti.

Una decisione strana ma intelligente

“Credo che quando i Beatles si sciolsero molti credettero in maniera sbagliata che ci odiassimo l’un l’altro. Ora ho capito che eravamo una famiglia, una gang, e le famiglie litigano e discutono. Uno vuole fare una cosa e uno l’altra. Penso però che l’unico modo per me di salvare i Beatles e la Apple fosse di denunciare la band. Per far uscire Get Back di Peter Jackson, che ci ha permesso di pubblicare Anthology e tutti questi grandi remaster di tutti i grandi dischi dei Beatles l’unico modo era quello di fare causa alla band. Se non l’avessi fatto, tutto sarebbe appartenuto ad Allen Klein.

Il vero problema dei Beatles era…

L’unico modo che mi è stato dato per tirarci fuori da tutto questo è stato quello di fare quello che ho fatto. Ho detto ‘Beh, farò causa ad Allen Klein’, e non mi è stato detto che non potevo perché lui non ne faceva parte. Devi fare causa ai Beatles”. In effetti Paul fece questa scelta che per moltissimi risultò molto strana, come poteva un membro del gruppo denunciare la sua stessa creatura? Beh, lo ha spiegato lui stesso. Il gruppo doveva sopravvivere dal punto di vista dell‘identità e dei soldi che potevano ricevere dai diritti dei brani.

La colpa del casino e dei dissidi interni

Paul ha ammesso: “Tutto sarebbe appartenuto ad Allen Klein, il vecchio manager della band”. Il periodo in cui successe questo casino non fu semplice e non mancarono coloro che tiravano dentro ogni motivo per far confusione e per gettar benzina sul fuoco. Paul ha infatti ammesso: “Mi ricordo di aver letto un articolo, un’intervista a Yoko che, va bene, era una grande supporter di John, ma diceva “Paul non faceva niente, Tutto ciò che faceva era prenotare lo studio. E poi John fece questa canzone, “How Do You Sleep?” in cui canta “L’unica cosa che hai fatto è Yesterday””. Pare che la canzone non fosse diretta verso Macca, ma verso il vecchio manager del gruppo Allen Klein.

E Yoko Ono?

Proprio Ono in realtà ammise: “Non credo che avrei potuto separare quattro persone molto forti come loro. anche se ci avessi provato. Quindi deve essere successo qualcosa dentro di loro, non una forza esterna.” Ora la verità si conosce e si sa il motivo per cui Paul McCartney ha deciso di denunciare i Beatles.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.