gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, Paul McCartney: “Ecco perchè non ho continuato con la band senza John Lennon”

Negli ultimi giorni il nome di Paul McCartney è diventato incredibilmente il centro di una serie di discussioni e di argomenti, che hanno portato a parlare dell’ex Beatle nei termini della polemica e dello scontro. Come abbiamo avuto modo di vedere, in effetti, Paul McCartney è stato non soltanto il protagonista dei Beatles e tra i più importanti esponenti della storia della musica, ma è ancora oggi una persona incredibilmente lucida circa temi che riguardano l’attualità. Per questo motivo, le sue dichiarazioni diventano molto spesso oggetto di una profonda analisi: vogliamo citarvi, tra le altre, quelle che l’hanno portato a parlare dei Beatles e della possibilità di continuare con il progetto della band nonostante l’allontanamento di John Lennon.

Perchè Paul McCartney non ha continuato con i Beatles senza John Lennon?

Il matrimonio di John Lennon con Yoko Ono, nel 1970, ha segnato in qualche modo la definitiva fine dei Beatles. La formazione britannica ha avuto modo di affrontare momenti di grande difficoltà personale, segnati dal litigio continuo e dalla continua volontà di leadership da parte dei membri della formazione. Eppure, allo stesso tempo, pur in assenza di una delle cause scatenanti di quella spigolosa situazione personale, Paul McCartney non ha voluto continuare con il progetto dei Beatles. 

In un’intervista radiofonica, il britannico si è spiegato come segue: “Quando le famiglie si separano, c’è un qualcosa che ha a che fare con l’emozione e il dolore emotivo. Non puoi semplicemente pensare a un’idea intelligente come quella, in quel momento. Stai soffrendo troppo, quindi non sarebbe successo.” Paul McCartney ha avuto anche modo di parlare di George Harrison, troppo spesso sottovalutato dalla formazione di Liverpool: “È stato facile sottovalutare George perché io e John avevamo sempre scritto la maggior parte delle cose. Ma poi ha iniziato a interessarsi e il ragazzo è fiorito. Ha scritto alcune delle più grandi canzoni di sempre.”

Le dichiarazioni di Paul McCartney sul Coronavirus

Di recente, Paul McCartney ha parlato di Coronavirus e della vendita di animali, ritenuta addirittura una pratica medievale. Da convinto vegano, il leader dei Beatles ha spiegato: “Questa pandemia sembra provenire dalle persone che mangiano la carne e sta diventando sempre più chiaro che mangiare carne non è la miglior cosa per la nostra salute”, poi aggiungendo che “Stiamo vedendo sempre più gli effetti che ha mangiare la carne, effetti che stanno mettendo in ginocchio la nostra specie. Credo sia ora di ri-esaminare il nostro mondo in modo che non si abusi delle altre specie”

Infine, ha aumentato il tiro nel parlare di Cina e dell’origine del Coronavirus: “Sembra che la Sars, l’aviaria, e tutte le altre cose che ci hanno colpiti derivino dai quei luoghi: e per cosa? Per delle pratiche medievali. Devono rimediare alle loro azioni”. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.