gtag('config', 'UA-102787715-1');

Coronavirus: perchè Joe Satriani non si esibisce come gli altri artisti?

Negli ultimi giorni è stata incredibilmente diffusa quella tendenza che porta diversi artisti ad esibirsi, nei limiti della propria possibilità, all’interno delle proprie case, per offrire un supporto anche se semplicemente artistico ed emotivo a tutte quelle persone che stanno affrontando la quarantena e che vogliono essere accompagnate nei loro difficili attimi da artisti e altre personalità del mondo dello spettacolo. Tra canzoni, nuovi album registrati, brani celebri che vengono riadattati secondo le tendenze del momento e veri e propri concerti domestici che vengono realizzati, sono tantissime le forme di spettacolo che sono offerte ai fan. Estraneo a questa logica sembra essere Joe Satriani, che ha deciso di non realizzare nulla di simile e di non seguire la tendenza di questo momento storico.

Perchè Joe Satriani non realizza concerti all’interno della sua casa?

Joe Satriani ha spiegato il motivo per il quale ha deciso di non seguire la tendenza diffusasi negli ultimi giorni, che ha portato diversi artisti a realizzare dei veri e propri concerti domestici. La tendenza che si è diffusa ha sicuramente uno scopo benefico, e riesce ad accompagnare – in qualche modo – quanti hanno bisogno di un supporto diretto da parte di artisti o altre figure dello spettacolo in grado di accompagnarli.

Queste sono state le dichiarazioni di Joe Satriani in merito: “Sono un musicista perché sono un artista e non posso farci niente, ma il mio lavoro è anche quello di sollevare lo spirito delle persone e fornire loro musica per aiutarli a festeggiare o attraversare un momento difficile. Quindi non mi allenerò solo perché i tempi sono difficili. Ho ancora un lavoro da fare. Mi impegnerò a lavorare su un nuovo disco e promuoverò questo album, facendo sapere alla gente di cosa si tratta.”

Quanto alla mancanza di una qualsiasi forma di concerto realizzato, ha spiegato: “Non stanno davvero pensando alla logistica. Ho detto a tutti: “Sai che significa che devo riunire la mia band e la mia strumentazione in una stanza, cosa che viola prima di tutto la regola del rifugio a casa?” E la maggior parte di noi non vive nemmeno nella stessa città, per non parlare di uno stesso paese. Quindi puoi dimenticartene. Sarei io da una webcam, con la chitarra in mano. Non è lo stesso.”

Qual è stato l’artista che ha ispirato Joe Satriani?

In una recente intervista, Joe Satriani ha avuto la possibilità di spiegarsi circa le sue ispirazioni artistiche e musicali, che l’hanno portato – in un primo momento della sua carriera – a non voler essere un chitarrista solista come poi si è affermato nel corso degli anni, ma a far parte di una formazione. Nello specifico, ha spiegato quanto segue: “Non credo di aver mai voluto essere specificamente un chitarrista solista. Volevo diventare un chitarrista in una band, per quanto posso pensare… Da ragazzino, volevo solo essere come Charlie Watts e Ringo Starr. Quelli erano i due di cui ero più entusiasta da bambino molto piccolo. All’età di 9 anni ho suonato la batteria per tre anni, ho preso lezioni. Ho iniziato ad allontanarmi dalla batteria perché non mi sentivo come se stessi progredendo, poiché i miei gusti musicali sono saliti su per la scala”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.