gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, Paul McCartney rivela qual è stato il suo primo amplificatore

“È una piccola cosa molto cara di tanti anni fa“. Paul McCartney rivela qual è stato il suo primo amplificatore. Il Nostro ha raccontato che usa ancora lo stesso amplificatore che ha comprato con i suoi risparmi a 14 anni. Si tratta del suo “Little Green Amp“, l’Elpico AC55, presente ai suoi Hog Hill Mill Studios nell’ East Sussex. Lo potete vedere in un video del 1997 incluso nella sua ristampa di Flaming Pie. In realtà questo amplificatore è stato a lungo sinonimo dei Beatles ed è stato visto sul palco con la band in molte delle loro esibizioni.

Il segreto dell’amplificatore “vecchio” di Paul McCartney

In origine quel suo amplificatore era stato progettato per amplificare un grammofono e due microfoni. Fu poi Paul che decise di usarlo come amplificatore per chitarra. Si dice che il suono da ‘fuzz-guitar’ della canzone TaxMan dei Beatles del 1966, il singolo principale dall’album Revolver, fosse proprio quello di Paul che suona attraverso l’Elpico. Sebbene non sia chiaro quanto sarebbe costato l’amplificatore nel 1956, oggi l’amplificatore potrebbe essere valutato da 800 a 1,000 sterline.

La storia e le origini del suo amplificatore

La leggenda dei Beatles, oggi 78enne, ha raccontato la storia del suo “Little Green Amp”, l‘Elpico AC55 per l’appunto. Mostrando l’attrezzatura vintage in quella clip del 1997, Paul disse: “Questo è il mio primo amplificatore in assoluto che abbia mai avuto quando avevo 14 anni, si chiamava Elpico. Come puoi vedere è molto anni ’50, sembra un mobile anni ’50. Invece di metterci dentro le chitarre, l’amplificatore recita Mic1, Mic2, Gramophone, tutto tranne chitarre in realtà. A quei tempi gli amplificatori venivano usati più per trasmettere i tuoi dischi o microfoni, per piccoli eventi. Quella era la prima cosa speciale che avevo comprato e da allora l’ho conservata. Ora l’ho sistemato perché è un po’ vecchio”.

Il genio di Paul McCartney e l’influenza sui Kinks

Il genio di Paul ha rivelato: “Quando ci metti dentro una chitarra elettrica essa suona un po’ come una chitarra fuzz, quindi è un suono piuttosto funky che uso a volte. È una piccola cosa molto cara di tanti anni fa.” L’amplificatore Elpico era, tra le altre cose e grazie proprio all’idea data da Paul McCartney, uno dei preferiti tra i gruppi rock’n’roll. Il chitarrista dei Kinks Dave Davies aveva rivelato di aver tagliato il cono dell’altoparlante del suo “piccolo amplificatore verde” con una lama di rasoio e ciò aveva regalato al tutto un senso molto distorto. Grazie a questa scelta i Kinks sono riusciti ad avere un suono unico e riconoscibile.

Le origini del sound di Paul McCartney e…

L’Elpico AC55 era stato prodotto per la prima volta dalla società britannica Lee Products intorno al 1956 e aveva lo scopo di amplificare registratori e giradischi. Ma quali sono gli altri segreti del sound di Paul McCartney? Lo studio di Macca include anche il contrabbasso del leggendario bassista Bill Black che aveva suonato nelle canzoni di Elvis Presley tra cui Hound Dog e Heartbreak Hotel. Chissà quali altri segreti sonori, oltre il suo primo amplificatore, nasconde il Nostro amato Paul McCartney?

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.