gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles: quella volta che Elvis Presley cercò di vietare l’ingresso della band negli USA

Elvis Presley e Beatles rappresentano, sicuramente, due incredibili esempi del grande successo e della fortunatissima diffusione del rock nella storia della musica. Due esempi che vengono presi in considerazione – molto spesso – attraverso quella comparazione che li porta ad essere posti sullo stesso piano, al fine di comprendere come entrambe le figure siano state fondamentali nella storia del rock e della musica in generale. Tutti sanno che i pilastri della musica rock hanno avuto modo di incontrarsi, attraverso quel metaforico abbraccio tutto occidentale che ha caratterizzato l’incontro tra due culture differenti. Eppure, allo stesso tempo, Elvis Presley ha cercato di vietare ai Beatles l’ingresso negli Stati Uniti: come? Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito.

Le dichiarazioni dei Beatles su Elvis Presley

L’ammirazione dei Beatles per Elvis Presley è sempre stata tale da portare la formazione britannica a spendere parole di grande lode e pregio per il cantautore statunitense. In particolar modo, in occasione di quell’incontro che ha visto i Beatles protagonisti con Elvis Presley, la band di Liverpool ha rilasciato differenti dichiarazioni che hanno portato i singoli membri della band a parlare dello statunitense con toni lieti.



John Lennon, ad esempio, ha spiegato: “Gli stavamo chiedendo solo di fare film e non fare apparizioni personali in TV e sembra che gli piacesse, penso che gli piaccia tanto fare film. Perché non potevamo sopportare di non fare apparizioni personali, lo sai. Ci annoiamo, ci annoiamo rapidamente. Dice che gli manca un po’. [Ma] è stato grande, proprio come me lo aspettavo.” Dello stesso avviso anche Paul McCartney, che ha dichiarato: “È stato fantastico, è stato uno dei grandi incontri della mia vita”. La stima era certamente ricambiata, dal momento che il Re del Rock ‘n’ Roll apprezzava la band, perchè “erano così interessanti e sperimentali.”; le ambizioni della band, però, di ottenere un successo maggiore rispetto allo statunitense caratterizzò motivo di grande premura da parte di Elvis. 

Perchè Elvis Presley cercò di vietare l’ingresso negli USA ai Beatles?

Nonostante le belle parole che sono state spese da tutti i membri della formazione britannica nel riferirsi alla figura di Elvis Presley, i Beatles hanno chiarito quella che poteva sembrare soltanto come una leggenda, ma che in realtà ha caratterizzato una decisione reale da parte del cantautore statunitense. Sono stati gli stessi Beatles a dichiarare che Elvis Presley cercò di vietare negli Stati Uniti alla band di Liverpool.



Nello specifico, Ringo Starr ha dichiarato: “La parte triste è che abbiamo scoperto anni e anni dopo che ha cercato di farci bandire dall’America. Perché era molto grande con la CIA e tutto il resto. È molto triste per me, che si sentiva così minacciato e che pensava, come un sacco di gente, che eravamo cattivi per la gioventù americana”. Ma perchè Elvis Presley era così restio all’ingresso in USA dei Beatles? Il motivo, semplicemente, risiedeva nella loro immagine antiamericana, per quanto apprezzasse la band. Stando a quanto riportato da Egil “Bud” Krough, Elvis disse al Presidente degli Stati Uniti Nixon: “I Beatles erano stati una vera forza per lo spirito anti-americano. Sono venuti in questo paese, hanno fatto i loro soldi e poi sono tornati in Inghilterra dove hanno promosso un tema anti-americano”. Il Presidente, dal suo canto, ha annuito dando ragione al cantautore statunitense. 



Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.