gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles, ”Strawberry Fields Forever” diventa una realtà

I Beatles nelle loro canzoni e durante la loro carriera, hanno parlato dei i temi più svariati e diversi. Una canzone in particolare parla di un orfanotrofio che adesso ha finalmente quacosa da offrire.

A Liverpool, l’orfanotrofio cantato dai Beatles apre i battenti

La canzone dei Beatles Strawberry Fields Forever parla di un orfanotrofio realmente esistito ma che da molti anni è stato mantenuto in condizioni critiche e poi chiuso defintivamente. Fortunatamente però adesso è stato riaperto e oltre ad essere diventato un attrazione turistica per i fan più accaniti dei fab four è anche un centro di formazione per i ragazzi in difficoltà.

La struttura sorge a Woolton, città inglese in cui John Lennon è cresciuto assieme ai suoi zii. E proprio nei giardini di Strawberry Field, all’epoca un grande orfanotrofio nel quale il giovane cantautore andava a giocare con i suoi amici. L’orfanotrofio venne completamente abbandonato nel 2005. Al”interno della struttura si può trovare una parte completamente dedicata alla storia dei Beatles, con una mostra interattiva su John Lennon intitolata Strawberry Fields Nothing is Real.

In questa stanza si possono ripercorerre l’infanzia e l’adolescenza di John Lennon, i momenti più importanti della sua vita e ovviamente tutto ciò che riguarda il suo enorme contributo alla musica. Inoltre sono disponibili alcune interviste video con gli altri membri dei Beatles e con Julia Baird, sorellastra di John Lennon e presidente onoraria del centro.

L’ex orfanotrofio diventa un centro per i ragazzi in difficoltà

L’ex orfanotrofio è diventato oltre ad un’attrazione turistica, anche un centro per i ragazzi in difficoltà all’interno del quale vengono istituiti dei corsi di formazione per giovani dai 18 ai 25 anni, per aiutare chi tra questi si sente emarginato o ha problemi di inclusione sociale.

“John Lennon ha trovato rifugio qui da bambino, – afferma Anthony Cotterill, dell’Esercito della Salvezza – ed è proprio questo ciò che vogliamo offrire a tante altre persone aprendo i cancelli di Strawberry Field per sempre”.

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)