gtag('config', 'UA-102787715-1');

Bob Dylan: Ecco come ha influenzato i Beatles

L’apporto di Bob Dylan sul panorama musicale moderno è dei più profondi. La leggenda del cantautore si estende per decenni e la sua opera viene considerata delle più prestigiose. Da sempre fautore di brani melodicamente eccelsi, quanto semplici, e di testi dalla caratura lirica elevatissima, Bob Dylan ha contribuito ampiamente a plasmare lo spettro della scena musicale contemporanea. Tudor Jones è uno storico particolarmente accreditato, con una vasta competenza delle scienze politiche e sociali . Uno dei suoi studi più recenti si basa proprio sulla straordinaria carriera di Bob Dylan ed è raccolto nel libro Bob Dylan And The British Sixties.

L’opera, tratta nel dettaglio l’apporto, particolarmente significativo, dell’opera di Bob Dylan sul panorama musicale britannico degli anni ’60 che, come sappiamo, era dei più ferventi. Nel suo meticoloso studio, l’autore spiega nei particolari quanto profondo sia il contributo di Bob Dylan nella discografia dei Beatles e dei Rolling Stones; in particolare di John Lennon, George Harrison e Mick Jagger. L’influenza di Dylan si estende, addirittura, fino ad una delle band che ha contribuito a dare gli albori all’Hard Rock, gli Who.

Tudor Jones afferma, nel suo libro, che l’effetto della musica di Bob Dylan sugli artisti di punta del panorama britannico degli anni ’60 è percepibile su tre diversi livelli. Il primo risiede nel fatto che, grazie a Dylan, il range di temi trattati dai musicisti nelle canzoni destinate alle masse si espanse notevolmente; il secondo fu che i brani cominciarono a contenere messaggi importanti per la società e, infine, l’apporto emotivo contenuto nelle canzoni cominciò ad essere più radicato e forte.

Che effetto ha avuto Bob Dylan su Beatles e Rolling Stones?

Nel suo testo, Tudor Jones si sofferma sui Beatles, spiegando che, prima che Bob Dylan si affermasse per loro come una massima influenza, il gruppo si concentrasse sulla composizione di brani da proporre ad un pubblico di massa. Per i Beatles, il punto di svolta lirico arrivò nel 1965. Le due colonne portanti del gruppo, Lennon e McCartney, notarono particolarmente come la maggior parte dei loro brani fungesse da hit scardina classifiche, piuttosto che esplicare tematiche differenti dall’amore. L’apporto di Bob Dylan sulla scena musicale Rock inglese, quindi, si concentra principalmente sull’aspetto lirico delle canzoni.

John Lennon affermò nel corso di diverse interviste che Bob Dylan fosse stato il principale fautore dello stile della seconda metà dell’opera dei Beatles. In particolare, il cantautore disse: “Bob Dylan mi ha spinto ad approcciarmi alla scrittura in modo diverso. Nel corso degli anni avevo sviluppato una sorta di automatizzazione nel processo di stesura di una Hit Pop, ma il mio desiderio più grande era quello di scrivere ciò che sentivo; di riportare le mie emozioni in musica. Le storie personali che compongono la mia vita, mi rendono l’artista che sono e, per questo, credo sia importante riportarle nella mia opera”. Nel 1984, Paul McCartney fu felice di affermare che Lennon avesse risentito in modo particolare della musica di Dylan; spingendolo ad ispirarsi al suo stile anche nelle interpretazioni.

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.