gtag('config', 'UA-102787715-1');

Bob Dylan, Stephen King: “Ecco quali sono le sue migliori canzoni di sempre”

Nel corso di recenti interviste, Stephen King ha avuto modo di parlare di Bob Dylan, indicando quali sono le canzoni più rappresentative e da lui preferite del cantautore statunitense. Successivamente, il re dell’horror ha contestualizzato anche la scelta del premio Nobel assegnato proprio a Bob Dylan; ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito.

Le dichiarazioni di Stephen King su Bob Dylan e sulle sue canzoni

Stephen King ha avuto modo di indicare, all’interno di una sua intervista rilasciata a Rolling Stone, quali sono le canzoni di Bob Dylan che maggiormente preferisce, e che l’hanno portato ad un grande apprezzamento nei confronti del cantautore. Ecco quali sono le dichiarazioni rilasciate a proposito: “Dovevo avere sui 14 anni la prima volta che ho ascoltato Bob Dylan: ero sul sedile posteriore di un’auto di ritorno dalla visione di un film. Ci sono così tante grandi canzoni. Quella a cui ritorno più spesso è “Shelter From the Storm”. Il ritornello mi ha sempre colpito come qualcosa di mistico: ‘”Come in, she said/I’ll give you shelter from the storm”… Ho la pelle d’oca a pensarci.”

E ancora, in merito alle sue canzoni: “Anche “Tangled Up in Blue”, che ho citato nel mio saggio sull’esperienza al college negli anni Sessanta [Hearts in Suspension, NdT]. E’ uscita tempo dopo il periodo in cui andavo all’Università, ma quando l’ho sentita ho pensato che stesse parlando di quanto lontano andiamo da dove siamo partiti: “Some are mathematicians/Some are carpenters wives/Don’t know how it all got started/I don’t know what they’re doin’ with their lives. Un’altro pezzo che ho sempre amato: “Stuck Inside of Mobile With the Memphis Blues Again. Non ho mai incontrato Bob, ma ho fatto molte chiacchierate su di lui col mio amico John Mellencamp.”

Stephen King parla dell’importanza del Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan

Ricevere elogi, in materia di letteratura, da parte di un genio della stessa come Stephen King deve essere stato sicuramente importante per Bob Dylan, a lungo contestato circa l’attribuzione del Premio Nobel per meriti letterari. Il Re dell’hottor ha dichiarato, a tal proposito: “Le persone che si lamentano del Nobel assegnatogli o non capiscono nulla o fanno come la volpe che dice che l’uva è acerba. Ho visto molti autori di letteratura che hanno storto il naso a questa cosa, come Gary Shteyngart. Ebbene, ho una notizia per te, Gary: ci sono un sacco di scrittori meritevoli che non hanno mai ricevuto il Nobel. 

E infine: “I miei figli ascoltano Dylan, e lo stesso fanno i miei nipoti. Sono tre generazioni. Molte persone della musica pop brillano per un istante, e poi svaniscono. Non Dylan.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.