25 January, 2021, 22:13

Bon Jovi: come Frank Sinatra ispirò uno dei più grandi successi della band

I Bon Jovi sono uno dei gruppo rock più seguiti ancorala giorno d’oggi, dopo la loro esplosione di popolarità avvenuta nel corso degli anni ’80. Guidata dal frontman Jon Bon Jovi, la band ha pubblicato il suo primo album omonimo nel 1984, raggiungendo poi la fama mondiale al momento dell’uscita del loro terzo album, “Slippery When Wet”, che conteneva, tra gli altri il singolo “Livin’ On A Prayer”.

Bon Jovi e l’uscita di “It’s My Life”

Nel corso degli anni ’90 consolidarono il loro ruolo nel panorama del rock internazionale. Fu nel 2000 che dimostravano di aver ancora molto da dire quando rilasciarono l’album “Crush”, il settimo in studio dei Bon Jovi, che fu anticipato dall’uscita del brano “It’s My Life”, che si rivelò un successo, raggiungendo il primo posto delle classifiche di numerosi paesi, soprattutto in quelli europei.

“Nel 2000 avrebbero potuto darci i benservito”

La genesi della canone è stata narrata recentemente da Jon bon Jovi stesso, durante un’intervista rilasciata ad Apple Music. “Vent’anni fa, nel 2000, era il momento perfetto per l’industria musicale di darci il benservito. Eravamo in giro da sedici anni e la cosa che ci aspettavamo avrebbero fatto sarebbe stata dirci: “Avete fatto il vostro tempo, ora che Dio vi benedica e andate avanti per al vostra strada!”.”.

Bon Jovi: “D’ora in poi farò le cose a modo mio!”

“All’epoca avevo girato diversi film.”, ha proseguito il cantante. “Nella fattispecie ero appena rientrato in America dopo aver partecipato alle riprese di “U-57”1 con Matthew McConaughey e mi dissi: “D’ora in poi farò film solo quando ne avrò voglia e registrerò album solo quando ne avrò voglia e come vorrò io, a modo mio!”. Fu in quel momento che mi venne in mente la prima frase che funse da scintilla a tutta la canzone: “Like Frankie said “I did it my way”!”.

Il nesso tra “My Way” ed “It’s My Life”

All’epoca Frank Sinatra era morto da nemmeno un anno e rappresentava, come del resto aveva fatto per i sessant’anni precedenti, il figlio del New Jersey, stato originariaonche di Bon Jovi, più celebre in tutto il mondo. Si dia il caso che una delle canzoni più celebri di Ol’ Blue Eyes sia “My Way”, ripresa dalla rock star nel suo pezzo. Sia la canzone appena citata che “It’s My Life” infatti racchiudono fondamentalmente lo stesso messaggio, ossia quello di un uomo che ha vissuto la sua vita come più gli sembrava giusto, senza avere rimpianti.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com