gtag('config', 'UA-102787715-1');

Brian May: Quella volta che suonò sul tetto di Buckingham Palace (VIDEO)

Come molte delle leggende viventi del Rock N’Roll, anche il mitico chitarrista dei Queen, Brian May, ha accumulato, nel corso degli anni, diversi aneddoti sensazionali. Così come molti altri sui colleghi, il chitarrista condivide gran parte delle storie più affascinanti sul suo conto sui suoi canali social. Recentemente, Brian May ha pubblicato sul suo profilo Instagram, attraverso il quale ha allietato le estenuanti giornate di quarantena trascorse negli ultimi mesi a causa dell’emergenza sanitaria globale da COVID-19, pubblicando mini-concerti straordinari, un post nel quale ricorda di quella volta in cui si è esibito per la Regina d’Inghilterra in occasione del cinquantesimo anniversario del suo regno.

Era il 2002 e Brian May ha celebrato la sua esibizione sul tetto di Buckingham Palace attraverso un post meravigliosamente esaustivo. Il chitarrista, venne invitato a suonare God Save The Queen, inno nazionale della Gran Bretagna. Il leggendario chitarrista dei Queen, ha ricordato quegli istanti con orgoglio e nostalgia, definendo il Giubileo d’oro come un momento iconico. Sembrerebbe che la sua esibizione sia, inoltre, rimasta impressa più di ogni altra cosa nelle menti dei cittadini britannici all’epoca presenti.

Le parole di Brian May sulla sua esibizione a Buckingham Palace

Dopo aver pubblicato la mitica clip, il formidabile chitarrista dei Queen, Brian May, ha scritto: “È straordinario pensare che, 18 anni fa, fossi sul tetto di Buckingham Palace. Il posto più solitario al mondo. Ero terrorizzato all’idea  di trovarmi li, ma è stato straordinario suonare God Save The Queen sul punto più alto di un luogo così importante”.

L’eroe della sei corde, ormai settantaduenne, ha inoltre rivelato di aver vinto la sua più grande paura proprio in quell’occasione; essendo terrorizzato dalle altezze elevate. “È stata una di quelle volte in cui, dopo aver affrontato le tue paure, cominci a sentirti una persona completamente nuova, ha detto.

Come sta il chitarrista dei Queen?

Brian May è stato recentemente colpito da un leggero infarto che ha fatto molto preoccupare i milioni di appassionati della sua musica intorno al mondo. Il chitarrista dei Queen ha sfruttato quest’occasione per fornire alcuni aggiornamenti riguardo le sue condizioni di salute, in modo da tranquillizzare i fan. In particolare, l’eroe della sei corde ha detto di star affrontando una lenta riabilitazione e di star trascorrendo lunghe giornate di riposo in modo da rientrare in condizioni ottimali. Brian May ha ironizzato riguardo la questione dimostrando profondo ottimismo, affermando di non star vivendo dei momenti da vera Rock star.

Il leggendario chitarrista si è congedato con la solita positività che ha contraddistinto i suoi post lungo il periodo di lock-down, augurando a tutti di stare bene e al sicuro e, continuando ad infondergli sicurezza nei confronti del futuro. Brian May ha rivelato che, probabilmente, ritornerà con dei nuovi progetti quando le condizioni d’emergenza rientreranno.

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)