gtag('config', 'UA-102787715-1');

Carlos Santana, ecco quali sono le sue 5 chitarre preferite

Carlos Santana è un uomo abbastanza fedele alla sua chitarra. Nel corso di mezzo secolo di carriera, l’artista ha utilizzato quasi sempre prodotti appartenenti al marchio Gibson, anche se ha avuto diversi trascorsi anche con Yamaha. Nel 1999, ha suonato un PRS in occasione del suo straordinario album Supernatural. In occasione di un’intervista rilasciata a Guitar Player, Santana ha spiegato quali sono le sue 5 chitarre preferite, descrivendole ad una ad una. Per lui, l’importante è che un simile strumento sia dotato di un tono ben definito. Ecco alcuni prodotti della sua straordinaria collezione di chitarre.

Gibson Les Paul Custom

Non potevamo non iniziare dal vero e proprio Sacro Graal delle chitarre secondo Carlos Santana. Il musicista la acquistò presso la Prune Music di San Francisco nel 1970, per alternarla con la Gibson GS rossa utilizzata durante il concerto leggendario di Woodstock“Avevo distrutto quella SG perché non sarebbe rimasta intonata. La band non voleva comprarmene una nuova, quindi l’ho disintegrata.”, afferma Carlos. La Les Paul Custom è stata il suo cavallo di battaglia per almeno sette album, con successi del calibro di Black Magic WomanOye Como va.

PRS Santana Model Prototype

Santana incontrò il costruttore di chitarre Paul Reed Smith nel 1976 e rimase colpito da una Paul Reed Smith Golden Eagle. Si trattava di un pezzo con top in acero, di proprietà di Howard Leese. Carlos la utilizzò per suonare Zebop, nel 1981, e si innamorò di questa chitarra. “Aveva un tono ricco e mascolino, un po’ come la differenza tra un tenore e un soprano”, ha sottolineato il musicista. Smith ne costruì un modello appositamente per lui.

PRS Santana II “Supernatural”

Ecco una delle numerose chitarre che Paul Reed Smith creò per Carlos Santana. Uno strumento del genere presenta una serie di soluzioni all’avanguardia, oltre ad un design accattivante. Non appena raccolse questo prodotto, il chitarrista si rese conto della sua unicità: “Tonalità, peso e sensazioni straordinarie, senza dimenticare il colore, un rosso salmone aranciato incantevole. Ci ho suonato la maggior parte delle canzoni di Supernatural perché è una chitarra davvero soprannaturale”, sentenzia Carlos.

Gibson Les Paul

Questa Gibson Les Paul risale al 1952-53 ed è un pezzo storico della collezione di Santana. Apparteneva al maestro di blues Mike Bloomfield, considerato dal chitarrista come “uno dei miei primi eroi, ascoltato prima anche di Eric Clapton e Jimi Hendrix”. Fu grazie a Bloomfield che Carlos divenne famoso. Lo invitò a salire sul suo palco al Fillmore West, sul quale si esibì in una delle prime volte. In origine, questa Les Paul era un corpo un oro, in seguito rifinito con un top a fiamma.

Fender Stratocaster 

Concludiamo con questo capolavoro del 1963, comprato da Carlos Santana in occasione di una svendita del Guitar Center. “Una persona di Ukiah ha avuto questo pezzo sotto il suo letto per diversi anni. Quando l’ho comprato, ho sognato più volte che Stevie Ray Vaughan venisse da me, per dirmi che aveva bisogno di sentire le mie dita tramite questo strumento”, ricorda il musicista. Quindi, Carlos chiese l’amplificatore in prestito a Jimmie Vaughan e lo utilizzò insieme alla Stratocaster in occasione di un importante concerto al Madison Square Garden di New York. E si trovò molto bene.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)