27 January, 2021, 22:46

Chi è meglio tra Led Zeppelin e KISS? La risposta di Paul Stanley

Una recente intervista a Paul Stanley è stata particolarmente significativa per una serie di contenuti che sono stati esplicitati dall’artista, celebre per aver militato in una delle band più fortunose e di successo di sempre, i KISS. Paul Stanley ha avuto modo di offrire una caratterizzazione importante a proposito della sua vita e carriera, parlando di uno dei suoi primi approcci alla musica, della grande emozione che ha provato nell’osservare Otis Redding dal vivo e, infine, nel rispondere anche ad un confronto che molto spesso gli è stato posto a proposito di chi sia migliore tra KISS e Led Zeppelin. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito della scelta di Paul Stanley, che ha avuto modo di parlare dei Led Zeppelin.

Paul Stanley e le emozioni avute nell’osservare Otis Redding dal vivo

Nel corso della sua intervista, Paul Stanley ha parlato di quale sia la canzone che gli ha maggiormente cambiato la vita e, nel riferirsi ad un periodo della sua vita, ha parlato delle emozioni avute nell’osservare Otis Redding dal vivo: “Sono stato fortunato, da bambino ho visto Otis Redding, che era magico. E si spera che tu sappia la differenza quando sei al cospetto della grandezza rispetto a un semplice intrattenitore. Quindi Otis è stato fantastico. Sono stato anche molto fortunato di aver visto gli Yardbirds con Jimmy Page ed è stato qualcosa di veramente, davvero monumentale per me.”

E ancora: “E ovviamente ho visto gli Zeppelin nel ’69 e questo è stato fondamentale. Come direi, è stata opera di Dio. Quando vedi una band così legata e la sinergia all’interno della band… tutto era così potente e così perfetto che è stato un momento di trasformazione per me. Probabilmente più di ogni altro momento importante, quello che mi ha cambiato la vita è stato vedere gli Zeppelin dal vivo quando credo che fossero al loro apice”.

In questo frangente ha avuto modo di commentare quella differenza tra KISS e Led Zeppelin tra chi, effettivamente, fosse migliore per una serie di ambiti. Le dichiarazioni non hanno lasciato spazio a troppe interpretazioni. Se dovesse scegliere in quale band suonare, Paul Stanley non avrebbe dubbi: “Io ovviamente andrei agli Zeppelin.” 

Infine, tornando a parlare di Otis Redding, Paul Stanley ha spiegato: “Otis era un grande uomo e comandava quel palco e anche se vedi Monterey Pop o alcuni di questi altri film sui concerti e vedi Otis, posso solo immaginare cosa avrebbe fatto se non avesse incontrato una tragica fine. Quindi Otis è stato fantastico e vedere Jimmy suonare alcuni dei riff di Jeff Beck dopo che Jeff aveva lasciato gli Yardbirds era qualcosa di cui abbiamo parlato. E penso che gli Zeppelin, per me, siano il massimo in una band che era praticamente capace di tutto”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.