Chi ha ispirato i Queen? Un viaggio nelle influenze della band

L’incredibile gruppo di Freddie Mercury, i Queen, è stato uno dei più importanti del rock. La loro musica ha conquistato chiunque, compreso numerosi artisti, che trassero ispirazione dalla band di Mercury. Ma chi ha ispirato i Queen? Il loro stile, che alternava hard rock e glam rock, ha origini ben specifiche; scopriamo cosa ha portato il gruppo britannico a diventare uno dei più importanti movimenti musicali della storia.

Chi ha ispirato i Queen

I Queen arrivarono gradualmente ad identificarsi in pochi generi. Furono molte le sperimentazioni fatte dalla band, che arrivò a toccare diverse forme di rock. Il loro stile musicale passa dal pop leggeroall’opera rock, al rock più aggressivo, fino al rockabilly arrivando anche all’heavy metal. Tuttavia, era difficile non lasciarsi influenzare da altri grandi gruppi in attività. Nel loro hard rock, c’era l’influenza dei Pink Floyd, dei Led Zeppelin, dei Rolling Stones e anche dei Doors.

Freddie Mercury era particolarmente interessato a Eric Clapton e Jimi Hendrix, questo permise anche al chitarrista dei Queen, Brian May, di subire l’influenza di uno dei migliori chitarristi della storia. Tutto questo non fa che confermare la grandezza della band di Freddie Mercury, in grado di studiare e ammirare il passato per costruire qualcosa di nuovo, di incredibilmente efficace. Forse anche per questa loro abilità, tutt’ora canzoni come Bohemian Rhapsody, We are the Champions e We Will Rock You, sono amate anche dai più piccoli, anche a distanza di molti anni dalla loro creazione.

L’influenza dei Beatles

L’influenza dei Beatles sui Queen (così come la maggior parte dei gruppi che arrivarono dopo quella di Liverpool) è stata confermata dal chitarrista Brian May. “Non riesco ancora a capire da dove provengano queste canzoni e questi artisti. È come se venissero da un altro pianeta. Dal punto di vista artistico vengo da Buddy Holly e dai Crickets, dagli Everly Brothers e dai Beatles.” ha dichiarato, “I Beatles hanno costruito la nostra bibbia per quanto riguarda la composizione musicale, l’arrangiamento e la produzione. Per me The White Album è un catalogo completo su come utilizzare uno studio per costruire canzoni. Happiness Is a Warm Gun e Dear Prudence sono esempi incredibili di come la musica possa essere usata per dipingere un’immagine su una tela.” Il chitarrista ha parlato anche di aver preso lo spirito del gruppo di Liverpool, in grado di scoraggiarsi mai: “In un certo senso, i Beatles non si sono mai lasciati scoraggiare perché non potevano suonare le canzoni dal vivo. Siamo diventati appassionati nel costruire e suonare gli strumenti musicali in studio, ma anche nel farli vivere e cantare su un palcoscenico.

Share

Studente universitario, appassionato di sport, cinema, scrittura e rock. Articolista di storie o aneddoti, ma in grado di scrivere notizie di ogni genere e stilare classifiche.