gtag('config', 'UA-102787715-1');

Parte la petizione dedicata a Chris Cornell, scopri come aderire

Dopo la recente diffusione della prima immagine di un buco nero da parte del consorzio Event Horizon Telescope, Internet è stato sommerso da una serie di riferimenti a Black Hole Sun, celebre canzone dei Soundgarden. I fan della band hanno lanciato una petizione alla NASA per intitolare il buco nero al compianto frontman, Chris Cornell, morto il 18 Maggio 2017.

Soundgarden, Chris Cornell e Black Hole Sun

Black Hole Sun, iconico brano dei Soundgarden, è contenuto nel loro quarto album in studio Superunknown, rilasciato nel 1994. La copertina del disco, come hanno notato molti fan e non solo, ricorda incredibilmente il buco nero, la cui prima immagine è stata diffusa dall’Event Horizon Telescope.

Black Hole Sun è sicuramente uno dei brani più distintivi del gruppo capitanato da Chris Cornell e anche uno dei più grandi successi degli anni ’90. Il pezzo è stato scritto dal cantante dei Soundgarden che, raccontò, ebbe l’idea dopo aver visto per tutto il giorno film horror. Scritta in un quarto d’ora raggiunse il primo posto della Mainstream Rock Tracks di Billboard. Il video, diventato iconico per la band di Cornell, gioca su delle visioni oniriche e surreali in un paesaggio immaginario. I personaggi in particolare, distorti da effetti che ne ingrandiscono occhi e bocca, aumentano a livelli parossistici il senso di alienazione e disturbo creato dal brano.

E’ online la petizione alla Nasa per omaggiare Chris Cornell

Quando il 18 Maggio 2017 si diffuse la notizia del suicidio di Chris Cornell il mondo della musica perse un altro dei suoi più grandi e malinconici interpreti. “Hang my head, drown my fear – Till you all just disappear” canta il frontman dei Soundgarden alla fine di Black Hole Sun. A posteriori tutto suona molto profetico, con l’immagine di un buco nero travestito da sole che incombe su ogni cosa e inghiotte tutto.

Dopo la rivelazione della prima immagine di un buco nero, i fan del compianto leader grunge hanno deciso di lanciare una petizione alla NASA per intitolare il Black Hole proprio a Chris Cornell. La petizione è online sul sito Change.org . La creatrice, Giuliana Jarrin, ha parlato con orgoglio della sua idea: “quasi due anni fa abbiamo perso Chris Cornell. Era il cantante dei Soundgarden e degli Audioslave, ma soprattutto è stato la voce di un’intera generazione – ha dichiarato la Jarrin – la sua musica, la sua voce e la sua personalità hanno ispirato, influenzato, cambiato e anche salvato la vita di migliaia di persone”.

La petizione lanciata su Change.org è stata presa molto sul serio da tutti i fan di Chris Cornell e i Soundgarden, ma anche dagli estimatori della musica in genere. “Chiedo alla Nasa, all’Event Horizon Telescope Collaboration e a tutti gli astronomi e scienziati – continua Giuliana Jarrin – di intitolare il buco nero a Chris Cornell. Sarebbe un modo “surreale” e meraviglioso di onorare la sua vita e il suo contributo alla musica”.

A questo indirizzo la petizione: https://www.change.org/p/national-science-foundation-name-the-black-hole-after-chris-cornell

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.