gtag('config', 'UA-102787715-1');

Cinque album orribili composti da band straordinarie

Essere una grande Rock Band ha, spesso, i suoi alti e bassi. Quando si parla di grandi artisti che, talvolta, sono arrivati a scolpire il proprio nome nell’eternità, il pubblico tende ad assumere aspettative particolarmente grandi. Vedere gli auspici dei fan disillusi comporta, nella maggior parte dei casi, una profonda delusione da parte del pubblico che, a volte, arriva addirittura ad allontanarsi dai propri beniamini e, ovviamente un forte dispiacere da parte delle band in questione. Al di la di queste premesse, però, la storia della musica contemporanea e, in particolare, del Rock e del Metal, pullula di esempi del genere.

Grandi artisti e Rock Band che non sono riuscite a rispettare le pretese sempre più esigenti del pubblico e della critica, rilasciando lavori che, nella maggior parte dei casi, venivano considerati addirittura dei disastri madornali. Produrre dischi superbi, comunque, non è mai un’impresa facile e, ovviamente, quando si parla di Rock Band straordinarie, il peso delle responsabilità può diventare insormontabile. Alla luce dei fatti, quindi, sovviene spontaneo pensare che, incappare in lavori mediocri nelle opere degli artisti di caratura più elevata, è più facile di quanto si possa pensare. In questa classifica, abbiamo raccolto alcuni album definiti orribili dal grande pubblico, seppur rilasciati da Rock Band a dir poco straordinarie; destando confusione e disappunto nei fan.

5) Black Sabbath – Forbidden

Sono molti i fan che, ancora oggi, considerano Forbidden un disco valido. Ciò nonostante, il dibattito rimane aperto e particolarmente acceso. Buona parte degli appassionati della band fautrice dell’Heavy Metal, infatti, reputano Forbidden un album orribile pubblicato da una band straordinaria. Forbidden venne registrato da Tony Iommi con Cozy Powell e Tony Martin. L’album presenta, nella traccia d’apertura, una strofa rappata da Ice-T. Nel 1995, il disco venne distrutto dalla critica e riscosse un pessimo ammontare di vendite tra i fan. Molti credettero che i Black Sabbath fossero morti. Ad oggi, Forbidden non compare nelle playlist Spotify della band.

4) The Stooges -The Weirdness

Il tentativo degli Stooges di catturare quanto accaduto trent’anni prima dall’uscita del disco in questione apparve come un fallimento di proporzioni gigantesche. Nel 2007, quando la band scelse di riunirsi, decise di scrivere un seguito per il loro classico intramontabile Raw Power; pubblicato ben 34 anni prima. The Weirdness è un lavoro mediocre, scaraventato immediatamente nel dimenticatoio da addetti ai lavori e appassionati della band.

3) Bad Religion – Into The Unknown

L’apporto dei Bad Religion sulla scena Punk statunitense fu dei più profondi. All’alba degli anni’80, appena quindicenni, i componenti del gruppo irruppero nelle classifiche USA con How Could Hell Be Any Worse? riscuotendo un successo spropositato. Al di la degli straordinari esordi, però, i Bad Religion decisero di cambiare improvvisamente rotta con Into The Unknown. Un disco Progressive Rock, madido di lirismo e in cui le tastiere e i sintetizzatori la fanno da padrone. Nonostante Into The Unknown non abbia conquistato i fan come il disco di debutto dei Bad Religion, non è realmente definibile pessimo; quanto, più che altro, come un duro impatto per i fan del gruppo.

 2) Morbid Angel – Illud Divinum Insanus

I Morbid Angel sono stati tra i pionieri del Death Metal. Una band, la cui opera, ha dato vita a sfaccettature del genere a dir poco straordinarie che gli hanno permesso di elevare la loro reputazione a livelli altissimi. A dispetto dei costanti cambi di line-up e dei conflitti interni al gruppo, i Morbid Angel hanno sempre cercato di tenere vivo il loro inconfondibile sound. Con Illud Divinum Insanus, però, i Morbid Angel fallirono nell’intento. Si tratta di un disco sperimentale che vede il gruppo all’esplorazione dei meandri dell’Industrial Metal. Il disco è stato un disastro in termini di vendite, definito un album orribile a parte per il brano Existo Vulgore che, all’epoca, sembrò salvare ciò che era rimasto del buon nome del gruppo.

1) Metallica & Lou Reed – Lulu

I Metallica hanno scritto alcune delle pagine più straordinarie nella storia del Rock, ma al contempo, si sono resi fautori di alcuni album considerati orribili anche dai fan più irriducibili. Sebbene dischi come Load, Re-Load e il famigerato St. Anger abbiano subito processi di leggera rivalutazione nel corso degli anni, grazie ad alcuni brani considerati, col senno di poi, validi; l’album a cui i Metallica diedero vita collaborando con Lou Reed viene considerato, a mani basse, uno dei peggiori dischi Metal in assoluto, Prima che uscisse, le aspettative dei fan per il disco erano altissime; visto il prestigio di una collaborazione del genere. Il risultato finale, però, fu particolarmente discutibile. Ad oggi, Lulu viene considerato una sorta di esperimento fallito, dalla band come dagli appassionati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)