gtag('config', 'UA-102787715-1');

Cinque canzoni dei cantautori italiani che parlano di musica

Spesso la musica parla di musica. Chi canta e suona sa bene che senza la musica la sua vita non avrebbe senso, specie se si tratta di artisti molto affermati che hanno di fatto investito tutto su di essa. Per questa ragione, spesso soprattutto i cantautori le dedicano canzoni, ci parlano di quanto ha fatto bene alla loro esistenza e di come possa arricchire la nostra. In realtà non avremmo bisogno di loro, poiché ogni giorno sempre di più scopriamo il grande potere di una canzone, che a volte può davvero cambiare tutto. Tuttavia, per chi non ne fosse sicuro, ecco cinque canzoni dei cantautori italiani che parlano proprio di musica.

Fabrizio De André – Il suonatore Jones

Questa canzone è tratta dall’album Non al denaro non all’amore né al cielo. Questo concept album di De André è famoso per essere la trasposizione dell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, che il cantautore genovese lesse in gioventù. Nella fattispecie questo brano mostra la potenza della musica in relazione di un musicista. Sicuramente De André rivedeva se stesso in questo suonatore.

Ivano Fossati – La mia banda suona il rock

Probabilmente la canzone più famosa di Ivano Fossati. È un brano spensierato e forte che parla praticamente di una band e della forza del rock. Un tributo grandioso a questo genere che mette in movimento il mondo ed ha spesso provato a cambiarlo, a volte con una tale risonanza da quasi riuscirci.

Lucio Dalla – Caruso

Non si contano le cover che Caruso ha avuto da quando è uscita. È stata interpretata soprattutto da grandi cantanti lirici, essendo la storia di un tenore. Caruso descrive con profonda delicatezza il canto di Enrico Caruso. Dalla compose questa canzone dopo aver soggiornato in un hotel a Sorrento, nella stessa stanza dove aveva alloggiato il tenore.

Giorgio Gaber – Canta che ti passa la paura

Quante volte cantare ha rappresentato per tutti noi un momento di sfogo, di evasione? Ci sono canzoni che possono fare cose incredibili, così Giorgio Gaber in questo brano poco conosciuto, ma sicuramente molto profondo, spiega il potere della musica. Tra i cantautori italiani è forse quello per cui la musica in sé è stata più marginale, dando maggiore spazio a brani in prosa ed ai testi, tuttavia nasce come chitarrista e ne conosce il valore.

Eugenio Finardi – Musica ribelle

In questo testo si descrive una situazione che moltissimi sicuramente avranno vissuto. Anna si sente sola ed ascolta la radio, cerca del calore in quelle parole ed in quelle note. Ancora una volta un cantautore mostra come la musica possa farci sentire meno soli nel momento del bisogno. Le parole dei cantautori si scrivono sui muri, ritornano ovunque, a mostrare anche la grande valenza sociale che hanno.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.