gtag('config', 'UA-102787715-1');

Come Chuck Berry ha contribuito a rendere immortale Pulp Fiction

Chuck Berry ha contribuito a rendere immortale Pulp Fiction? Certamente sì. Molti tra quelli che hanno visto il film, per non dire tutti, e chi non l’ha visto merita l’inferno, ricorderanno il ballo di Uma Thurman e John Travolta. Si tratta dii una delle scene più famose del film e una delle più celebri della filmografia non solo di Quentin Tarantino ma quella degli ultimi 40 anni. E non è mica cosa da tutti. Cosa vi ricordate di quella iconica scena? Sicuramente il twist, sicuramente il vestito nero con la camicia bianca di John Travolta e la camicia anch’essa bianca di Uma Thurman.

La breve storia della scena di Pulp Fiction

I due protagonisti della storia, andando a recuperare brevemente parte della trama, vengono praticamente mandati dal marito di lei Marsellus Wallace in questo locale. John Travolta è stato chiamato come una guardia del corpo “di riserva” e ha proprio l’obiettivo di far divertire Mia, la moglie di Wallace (aka Uma Thurman). La cosa particolare di tutto quel ballo è che alla fine di preparato non c’è niente. I due ballano un po’ a caso, si divertono, fanno danzare le punte dei piedi. La canzone di sottofondo venne scelta personalmente da Quentin Tarantino e venne descritta come la canzone migliore per esprimere quel mood Twist. Tra l’altro ci sono dei video backstage in cui si vede il regista che balla con i due attori.

La canzone scelta da Quentin Tarantino è…

You Never Can Tell è la canzone in questione che venne scelta proprio da Chuck Berry. Il pezzo è molto più vecchio del film chiaramente e appartiene al genere rock n’roll e twist. Si tratta di un brano veramente molto famoso e che è stato, per sua stessa ammissione, preso come ispirazione da Achille Lauro per il suo pezzo Bam Bam Twist. Ci rendiamo conto che il paragone non sia assolutamente forte e meritevole, per nulla, ma poco importa, l’importante e far capire l’influenza che Chuck Berry ha avuto.

Di cosa parla la canzone di Chuck Berry?

Ma di cosa parla You Never Can Tell, la canzone di Chuck Berry ha contribuito a rendere immortale Pulp Fiction? Il brano descrive in sostanza un matrimonio avvenuto in una coppia giovane e tutto ciò che ne è conseguito. All’inizio la coppia vive in un appartamento piuttosto modesto a causa della disoccupazione dell’uomo che non ha un lavoro ma poi le cose cambiano vistosamente. La coppia riesce a raggiungere una certa soglia di benessere e di denaro da destinare all’ampliamento della loro collezione di vinili e di musica. La coppia poi si compra una automobile per festeggiare nel posto in cui si erano incontrati la prima volta, a New Orleans.

Le altre versioni

La canzone è veramente famosa e venne rifatta da moltissimi musicisti nel corso degli anni. Ricordiamo ad esempio la versione del Boss, ovvero Bruce Springsteen, come anche quella degli Status Quo e ancora quella di John Prine. Ritornando alla scena del film di Quentin Tarantino, se volete rivederla, vi basta cliccare QUI.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.