Come i Nirvana hanno cambiato la storia della musica

La storia della musica rock è tutt’altro che semplice da identificare, dal momento che sono tante le caratteristiche, le funzioni e le determinazioni che vanno sottolineate. Allo stesso tempo, però, nel guardare ad alcune band, il processo che li ha portati a diventare grandi è stato di incredibile livello; vogliamo sottolinearvi la storia creata dai Nirvana, che sono riusciti a cambiare le dinamiche della musica grazie al loro incredibile contributo. Ecco come i Nirvana hanno cambiato la storia della musica. 

La pubblicazione di Nevermind e il successo dei Nirvana

Il grande successo dei Nirvana è arrivato, senza dubbio, a seguito della pubblicazione di Nevermind, il secondo album in studio della band che ha caratterizzato un successo planetario. E’ un album che, contemporaneamente, è riuscito a creare un fenomeno, una cultura e un novero di tormentoni. Perchè se da un lato pezzi come Smells Like Teen Spirit catturano il giovane rivoluzionario che è in ognuno, altri come Come As You Are si occupano della restante fetta sociale e umana. E se ancora non dovesse bastare, c’è la carica spietata di Lithium o l’apocalittica sentenza di Something in the Way. 

E ancora quei giochi di dinamici, che hanno portato a pezzi silenziosi e, una traccia dopo, al chiasso più totale non sono da sottovalutare. Così come degni di nota sono quei riff che Novoselic stesso bollò come “ridicoli”. Non che ridicolo sia la chiave del successo, sia chiaro: ma era un passaggio fondamentale, un transito di cui la musica necessitava. Il 1991 fu il momento in cui della cultura grunge, della musica che non aveva bisogno delle qualità più eccelse, dell’immagine iconica di Kurt Cobain, di una band che soffriva il successo ma che il successo aveva inseguito. Per questo e altri motivi Nevermind non fu un semplice album.

Che cosa pensa di Dave Grohl del successo dei Nirvana e di Nevermind

E’ stato lo stesso Dave Grohl a parlare del grande successo di Nevermind, e – di riflesso – dei Nirvana, che hanno contribuito a cambiare la storia della musica. Il batterista dei Nirvana ha dichiarato, soffermandosi particolarmente su Smells Like Teen Spirit: “Ho pensato … Teen Spirit era solo un altro album, ma il video ha fatto una grande differenza. Eravamo ancora nella nostra piccola bolla … e non sembrava che stesse succedendo niente di insolito fino a quando non si è arrivati ​​al concerto ed è stato il caos. E abbiamo iniziato a notare che c’erano persone normali e atleti negli spettacoli ed era come “Oh, forse quella cosa video sta attirando un po ‘di … riff-raff”.”

E proprio i concerti rappresentarono l’incredibile successo dei Nirvana. Un concerto dei Nirvana non era più un semplice concerto, ma un’esibizione di musicisti, icone, idoli e – come li definiremmo oggi – influencer. Perchè, a dirsela tutta, Kurt Cobain e soci erano diventati così famosi che le folle potevano influenzarle eccome. Basti pensare che una faccina sorridente di color giallo su uno sfondo nero è diventato uno dei marchi più conosciuti di sempre.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.