gtag('config', 'UA-102787715-1');

Come si sono formati i Rammstein?

Quella dei Rammstein è una band che ha sempre diviso la critica e il pubblico in due fazioni: chi li ritiene incredibili e degni di essere seguiti ad ogni concerto, chi – invece – li considera come uno dei peggiori prodotti artistici che il panorama musicale possa offrire. Una cosa è certa: i Rammstein sono più che semplicemente famosi. Vi spieghiamo le origini di questa incredibile formazione tedesca, contestualizzando e cercando di capire le ragioni che hanno determinato il successo della band.

La formazione dei Rammstein e il successo di Herzeleid

La fondazione dei Rammstein c’è stata nel 1993, per volere del chitarrista Richard Kruspe, che conviveva con il chitarrista e il batterista della formazione. La presenza di Till Lindemann ci fu soltanto successivamente: amico di Kruspe ed ex campione di nuoto, Lindemann viene integrato all’interno della band nascente, che aveva intenzione di partecipare al concorso Berlin Senate Metro. 

La formazione, successivamente, venne completata dal tastierista Christian Lorentz e dal chitarrista Paul Landers, inizialmente restii a far parte del progetto stesso. L’album di debutto, Herzeleid, venne registrato a partire dal 1995 a Stoccolma: il successo della band ci fu qualche anno dopo, nel 1996, quando il regista David Lynch decise, colpito dalla band, di inserire alcuni brani realizzati dalla formazione nella colonna sonora del film Strade Perdute.

Il grandissimo successo dei Rammstein

La popolarità dei Rammstein ha sicuramente un motivo: c’è chi azzarda che quella della band tedesca sia stata solo fortuna, ma quest’affermazione è troppo grossolana e tiene, sicuramente, poco conto di quella che è stata l’importanza dei tedeschi in un certo momento storico della musica. Un primo fattore in grado di spiegare perchè i Rammstein sono così popolari è, senza dubbio, la musica della band tedesca. Il genere dei Rammstein è l’industrial metal ma, per capire a pieno il motivo per cui proprio la musica della band rende i tedeschi così popolari si può prendere in riferimento un qualsiasi album.

Insomma, la band tedesca sa orientare il suo stile in modo da renderlo appetibile a tutti: dalle “martellate” tipiche dell’industrial metal fino ai ritmi più melodiosi; aggiungendo a ciò ritornelli e frasi spesso iconiche il successo è stato sempre assicurato nel tempo. Questa, ovviamente, è una grande qualità: senza mai snaturare se stessi i Rammstein sono stati sempre in grado di rendere la propria musica duttile e mai troppo settorializzata. 

E non è finita qui: i concerti dei Rammstein sono quanto di più spettacolare possa esistere, grazie ad un attento lavoro da parte dei tedeschi. Till Lindemann riesce a dominare il palco in una maniera incredibile, sempre accompagnato da una serie di effetti speciali che rendono ogni concerto una vera e propria opera d’arte. Dalle fiamme alle esplosioni, dalle pedane mobili ai fuochi d’artificio che fuoriescono dalla chitarra: ogni concerto dei Rammstein è in grado di appassionare anche chi non ama al 100% il genere che i tedeschi portano sul palco.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.