gtag('config', 'UA-102787715-1');

Roger Waters a Napoli: dove, quando e altre info utili

Nell’ultimo periodo,Roger Waters, leggendario bassista degli immensi Pink Floyd, sta facendo molto parlare di sé. Questo, grazie alle innumerevoli attività nelle quali è coinvolto e della brillantezza con la quale, solo un dio della musica potrebbe assolverle. Nel corso delle ultime interviste alle quali si è sottoposto, tuttavia, Waters ha lasciato con l’amaro in bocca gran parte dei suoi fan. Come sappiamo, infatti, la stella di The Wall ha, recentemente, annunciato il suo addio alle arene per il 2020.

In occasione dello straordinario evento proposto da D’Alessandro e Galli; che sono riusciti a portare a Napoli l’ex Fab Four, Paul McCartney. Il manager italiano di Roger Waters, Mimmo D’Alessandro, annuncia la sua presenza sul palco di Piazza Del Plebiscito per il 2021. Le iniziative, incentrate principalmente sul turismo, della giunta De Magistris, risultano ampiamente coadiuvate dalle grandi presenze che hanno scelto il meraviglioso territorio partenopeo come location per performance altrettanto emozionali.

Roger Waters come McCartney: rivalutare Napoli nell’industria musicale

Non è ancora dato sapere quando effettivamente si terrà il lieto evento. L’arrivo di Paul McCartney ha già scosso sufficientemente non solo le platee, ma principalmente le istituzioni che; dato il forte impatto della presenza di Paul in Piazza Del Plebiscito il 10 giugno, si sono aperte ad una kermesse ulteriore di proposte turistiche, volte alla sensibilizzazione in merito all’inestimabile patrimonio storico che la città di Napoli custodisce.

“Roger Waters ha spontaneamente espresso la sua volontà di suonare in città”, spiega D’Alessandro che, strizza l’occhio anche ai molteplici vantaggi che un concerto di tale portata può rendere alla città in termini economici. Ricordiamo infatti che, le vendite dei biglietti per il concerto di McCartney riguardano, principalmente, un pubblico d’etnia straniera. Per chi fosse interessato; ricordiamo che Paul affronterà un tour mondiale di ben 39 date che, tre giorni dopo il concerto napoletano, lo porterà a Lucca. Paul sottolinea la bellezza della metropoli partenopea riferendosi, in particolare, alla sua performance acustica del 1991 e, pone inoltre, un occhio di riguardo nei confronti di Lucca, nella quale, l’ex Beatles non si è mai esibito.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)