gtag('config', 'UA-102787715-1');

Testament, il frontman: “Ecco cosa si prova ad avere il coronavirus”

Se c’è una cosa che la pandemia da Covid-19 ha messo in chiaro è che nessuno ne è immune e siamo tutti sulla stessa barca. Anche volti noti del mondo dello spettacolo e della musica, hanno riferito di aver contratto la terribile malattia. Solo poche settimane fa infatti, aveva aperto la fila Tom Hanks – noto attore di Hollywood – che era risultato positivo, assieme alla moglie Rita Wilson, mentre si trovava in Australia. Hanks stava lavorando al prossimo biopic su Elvis Presley. Nella comunità del metal invece, uno dei primi a confessare di aver contratto il Coronavirus è stato Chuck Billy, frontman della band Testament. Scopriamo oggi cosa ha detto l’uomo, che ha raccontato cosa voglia dire avere il virus.

TESTAMENT, IL TOUR IN EUROPA A FINE FEBBRAIO

E’ presumibile supporre che Chuck Billy – frontman della band metal dei Testament – sia stato contagiato dal Covid-19 mentre si trovava in Europa. La sua formazione, assieme a quella degli Exodus e dei Death Angel, era approdata nel Bel Paese a fine Febbraio per una serie di live show. Con l’espandersi della pandemia da Coronavirus, le date dei concerti avevano iniziato ad essere cancellate e i gruppi avevano fatto ritorno a casa. Lì, a metà Marzo, Chuck Billy ha iniziato ad avere i primi sintomi da Covid-19.

Oltre al frontman dei Testament, anche altri membri delle tre band sono risultati positivi alla malattia. Il chitarrista degli Exodus Gary Holt, il bassista dei Testament Steve di Giorgio e il batterista dei Death Angel, Will Carroll. Sembra che quest ultimo si trovi in ospedale, in serie condizioni mediche.

CHUCK BILLY, IL RACCONTO SUL COVID-19 E LA MALATTIA

Chuck Billy – frontman dei Testament – e uno dei primi musicisti in ambiente metal ad aver contratto il Covid-19, sembra stare molto meglio. In una nuova intervista per Rolling Stone, Billy ha voluto condividere la sua esperienza, parlando dettagliatamente del test positivo e della malattia.

“Eravamo nervosi all’idea di stare in Europa – esordisce il musicista, a proposito del tour a fine Febbraio – Il tour stava andando bene. […] Nessuno di noi si era sentito male. Nessuno di noi aveva il raffreddore in viaggio.Tutti stavamo abbastanza bene finché non siamo ripartiti. Entro le successive 24 ore, ci siamo ammalati”. 

TESTAMENT, IL FRONTMAN CHUCK BILLY DESCRIVE I SINTOMI DEL CORONAVIRUS

In una recente intervista per Rolling Stone, Chuck Billy ha descritto i sintomi del virus Covid-19. “Prima di tutto, difficoltà respiratoria. La prima o la seconda notte, stavo andando in bagno ansimando e tossendo – ha detto il frontman dei Testament[…] Non sapevo ancora dei dolori al corpo e del mal di testa. […] Non abbiamo avuto la febbre. Non so se è dovuto al fatto che prendessimo l’aspirina. Ho avuto solo tosse e dolore alla testa e al corpo”. 

Riguardo al test per verificare la positività al virus, Billy ammette che non è stato facile farlo. “Abbiamo chiamato il dottore. Come possiamo fare il test? E i nostri medici hanno detto “Se non avete nessun sintomo non possiamo farlo” – ha rivelato il musicista – e noi gli abbiamo detto “Siamo stati in Europa per cinque settimane […] Due giorni dopo, quando ci siamo iniziati a sentire veramente male e abbiamo richiamato, ci hanno finalmente detto “Venite pure”. 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.