gtag('config', 'UA-102787715-1');

Dave Grohl: “Ecco quali sono le mie canzoni preferite dei Beatles”

L’apporto della straordinaria opera dei Beatles sul panorama musicale contemporaneo è dei più profondi. Il contributo che il leggendario quartetto di Liverpool ha dato alla musica moderna, si riflette spesso sulle carriere discografiche di alcuni dei più grandi musicisti del momento. Tra questi, l’ormai ex batterista di una delle più grandi Rock Band mai esistite e protagoniste della rivoluzione sonica del Grunge, negli anni ’90 e, attuale frontman dei Foo Fighters, Dave Grohl. Il musicista ha citato a più riprese i Beatles, attraverso omaggi musicali e parole d’encomio, durante tutto il suo percorso musicale.

Sebbene Dave Grohl cavalchi la cresta dell’onda ormai da decenni con le formidabili band in cui milita, il musicista non si è mai tirato indietro dal tessere le lodi dei Beatles. Non molto tempo fa, il cantante e chitarrista dei Foo Fighters ha fornito alcuni dettagli riguardo l’ammirazione che prova, praticamente da sempre, nei confronti della storia band britannica; elencando, tra l’altro, alcune delle sue canzoni preferite.

Dave Grohl ha concesso una meravigliosa intervista ad un programma radiofonico, durante la quale, ha parlato dell’impatto che i Beatles hanno avuto sul suo cammino musicale; riconoscendoli come una delle sue massime influenze. Il musicista è stato ospite della BBC Radio 2 in occasione delle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario di Abbey Road, nel 2019. Grohl ha tenuto, in quella sede, a specificare che, per lui, i Beatles non siano stati solo un fenomeno giovanile, ma una delle più grandi Rock Band nella storia della musica moderna.

Quali sono le canzoni dei Beatles preferite da Dave Grohl?

Dave Grohl ha citato diversi classici dei Beatles durante la sua intervista. Alcune delle sue scelte ricadono sui brani più evocativi del quartetto di Liverpool. Tra queste, figurano tracce intramontabili come Blackbird e With A Little Help From My Friends. Grohl ha, inoltre, citato Hey Jude tra i grandi classici che preferisce. Andando avanti con il colloquio, però, le scelte di Dave Grohl sono diventate molto più interessanti.

Il formidabile musicista ha citato alcune gemme rare dei Beatles che, per lui, hanno significato molto in determinati periodi della sua vita. Tra queste, compaiono i nomi di Hey Bulldog, con cui si esibì ai Grammy Awards nel 2014 e che, Grohl, definisce come la quintessenza del lato più Rock N’Roll dei Beatles. Successivamente, il musicista ha speso alcune parole su I Want You, tratta da Abbey Road che, per lui, racchiude uno dei riff più oscuri e profondi mai scritti. Tra i gioielli di Abbey Road, Dave Grohl ha citato anche la pietra miliare di George Harrison, Something, motivando la sua scelta rivelando che George Harrison fosse il suo membro della band preferito.

Il ricordo del musicista di Kurt Cobain attraverso un brano dei Fab Four

Andando avanti con il colloquio, Dave Grohl ha parlato di un brano dei Beatles a cui è particolarmente legato, poiché gli riporta alla mente gli attimi più struggenti della perdita di Kurt Cobain. Il brano In My Life del 1965 venne, infatti, suonato al funerale dell’amico e compagno di band nei Nirvana. In merito alla traccia, Grohl ha detto: “Significa molto per me, questa canzone venne suonata al memoriale di Kurt. Quel giorno, ognuno di noi spese alcune parole in suo ricordo, poi celebrammo l’amore di Kurt per i Beatles, riproducendo il brano con gli altoparlanti. Ancora oggi – ha continuato – quando ascolto In My Life, affronto delle emozioni molto complesse che nessun’altra canzone è capace di suscitarmi”.

Per Dave Grohl, i Beatles sono stati un punto di svolta fondamentale. Il quartetto di Liverpool è stato presente, attraverso la sua opera, in tutti i momenti più importanti del leggendario musicista. Concludendo la sua intervista, infatti, il frontman dei Foo Fighters ha rivelato di essersi sentito ispirato dalla musica, per la prima volta, ascoltando proprio il capolavoro dei Beatles, ad opera della penna di Paul McCartney, Hey Jude.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)