gtag('config', 'UA-102787715-1');

David Bowie: come Christopher Nolan convinse il Duca Bianco ad accettare il ruolo di Nikola Tesla

L’opportunità di interpretare Nikola Tesla, uno dei più eccentrici e importanti scienziati nella storia umana, farebbe gola a qualsiasi attore che voglia avere una certa rilevanza sullo schermo, soprattutto se la sua prova attoriale si fonda su un’interpretazione anche psicologica del personaggio. Eppure, nello scegliere l’attore che avrebbe interpretato il suo ruolo, Christopher Nolan ebbe dei problemi, dal momento che aveva pensato di riferirsi alla figura di David Bowie che, però, rifiutò il ruolo. Alla fine, il tanto acclamato regista è stato in grado di convincere il Duca Bianco: come? Cerchiamo di capirlo all’interno del nostro articolo.

Come Christopher Nolan convinse David Bowie ad accettare il ruolo di Nikola Tesla nel film The Prestige

Christopher Nolan è passato alla storia per i suoi veri e propri capolavori di regia, ma nessuno pensava che il regista potesse avere delle grandi doti comunicative, in grado di far cambiare idea anche ad una personalità come quella di David Bowie. Il regista, infatti, non si arrese al primo rifiuto del cantautore britannico, e decise di raggiungerlo personalmente in volo, in modo da inchiodarlo: l’incontro ebbe l’effetto sperato, dal momento che Nolan spiegò al cantautore di Lazarus quanto importante fosse la sua figura, nell’incarnazione di un ruolo come quello di Nikola Tesla che doveva essere fuori dalle righe. 

Chi, del resto – spiegò Nolan -, avrebbe potuto interpretare meglio una personalità scientifica che stava inventando il teletrasporto e che, nonostante tutto, creò anche una teoria piuttosto valida in merito? Alla fine il cantautore britannico si convinse della proposta e, ancora oggi, possiamo apprezzare la sua prova attoriale nel film The Prestige.  

La filmografia di David Bowie

Come abbiamo avuto modo di osservare, la reticenza di David Bowie di fronte alla possibilità di interpretare Nikola Tesla non era certamente dettata da una situazione che il Duca Bianco sentì come nuova. David Bowie ha realizzato, nel corso della sua carriera, diverse interpretazioni – di cui alcune di grande livello – per film che hanno avuto il loro successo, anche grazie alla sua figura. A tal proposito, potrebbe essere opportuno prendere in considerazione la filmografia di David Bowie, per quanto sia composta non soltanto da titoli in cui ha recitato attivamente, ma anche di film in cui effettua comparsa in cameo o non accreditati. 

  • The Image, regia di Michael Armstrong (1969)
  • The Virgin Soldiers, regia di John Dexter (1969)
  • L’uomo che cadde sulla Terra (The Man Who Fell to Earth), regia di Nicholas Roeg (1976)
  • Gigolò (Schöner Gigolo, armer Gigolo), regia di David Hemmings (1978)
  • Christiane F. – Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (Christiane F. – Wir Kinder vom Bahnhof Zoo), regia di Ulrich
  • Edel (1981)
  • Il pupazzo di neve (The Snowman), regia di Dianne Jackson (1983)
  • Miriam si sveglia a mezzanotte (The Hunger), regia di Tony Scott (1983)
  • Furyo (Merry Christmas Mr. Lawrence), regia di Nagisa Oshima (1983)
  • Barbagialla, il terrore dei sette mari e mezzo (Yellowbeard), regia di Mel Damski (1983)
  • Tutto in una notte (Into the Night), regia di John Landis (1985)
  • Absolute Beginners, regia di Julien Temple (1986)
  • Labyrinth – Dove tutto è possibile (Labyrinth), regia di Jim Henson (1986)
  • L’ultima tentazione di Cristo (The Last Temptation of Christ), regia di Martin Scorsese (1988)
  • The Linguini Incident, regia di Richard Shepard (1991)
  • Fuoco cammina con me (Twin Peaks: Fire Walk with Me), regia di David Lynch (1992)
  • Basquiat, regia di Julian Schnabel (1996)
  • Il mio West, regia di Giovanni Veronesi (1998)
  • Everybody Loves Sunshine, regia di Andrew Goth (1999)
  • Il segreto di Mr. Rice (Mr. Rice’s Secret), regia di Nicholas Kendall (2000)
  • Empty, regia di Tony Oursler (2000) – Cortometraggio
  • Zoolander, regia di Ben Stiller (2001) – Cameo
  • The Prestige, regia di Christopher Nolan (2006)
  • August, regia di Austin Chick (2008)
  • Bandslam – High School Band (Bandslam), regia di Todd Graff (2009)
  • Twin Peaks: The Missing Pieces, regia di David Lynch (2014)
Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.