gtag('config', 'UA-102787715-1');

David Bowie e Peaky Blinders: che collegamento c’è tra il cantautore e la serie tv?

David Bowie, nato a Londra l’8 gennaio del 1947, è stato uno dei musicisti più importanti e influenti della musica mondiale. Le qualità di Bowie, però, non si limitavano solo alla musica, ma anche alla pittura e alla recitazione. La sua figura poliedrica e camaleontica, infatti, lo ha portato più volte a reinventare se stesso, creando una serie infinita di alter ego: Ziggy Stardust, Major Tom, The Thin White Duke, Halloween Jack e tanti altri ancora. Peaky Blinders, invece, è una serie TV britannica nata dalla mente geniale di Steven Knight e ambientata nella Birmingham del 1919, poco dopo la prima guerra mondiale. A quei tempi la popolazione riversava in un periodo particolarmente difficile dal punto di vista economico e sociale e, la storia, è incentrata in particolar modo sulla famiglia Shelby e sulla figura di Thomas, boss della banda conosciuta come “Peaky Blinders”. Una domanda, a questo punto, sorge spontanea: ma che collegamento c’è tra l’iconico David Bowie e Peaky Blinders?

Il desiderio di David Bowie

Lo sceneggiatore della serie tv Steven Knight e il personaggio principale, l’attore irlandese Cillian Murphy, hanno svelato al Birmingham Live un aneddoto molto interessante sull’iconica voce di “Heroes”. Stando alle loro dichiarazioni, infatti, Bowie poco prima di morire inviò loro una versione ancora incompleta del suo ultimo lavoro discografico, Blackstar. La rock star londinese non desiderava altro che gli autori inserissero qualche canzone dell’album in alcuni episodi della serie tv. Consapevoli del fatto che il Duca Bianco fosse un appassionato di Peaky Blinders, Murphy e Knight decisero di ricambiare il favore inviandogli l’iconico cappello della famiglia Shelby.

L’autore della serie tv ha così commentato quello scambio con l’artista britannico:

“Con Bowie eravamo molto amici e, per ricambiare il favore dell’album, gli feci avere il cappellino della prima serie come regalo di Natale. Era un uomo molto sensibile ed era un vero fan di Peaky Blinders, ed io ero un vero patito di David Bowie.”

L’attore irlandese ha invece aggiunto:

“Tutti noi siamo cresciuti con David Bowie, per noi è un eroe. E, ad essere sincero, è una cosa molto importante per noi che qualcuno come lui fosse fan della nostra serie. Ci disse esplicitamente che voleva che includessimo la sua musica nello show, ma all’epoca ignoravamo il fatto che fosse uno dei suoi ultimi desideri prima di morire.”

‘Lazarus’, il brano di David Bowie presente nella serie tv Peaky Blinders

E, ovviamente, i due non potevano certo ignorare il desiderio di David Bowie. Nella quinta puntata della terza stagione di Peaky Blinders potrete infatti ascoltare il singolo “Lazarus”, estratto proprio dall’album Blackstar.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)