gtag('config', 'UA-102787715-1');

David Bowie, presto il film biografico “Stardust”

David Bowie è uno degli artisti più influenti del ‘900. Il cantate, nato a Londra l’8 gennaio 1947, è stato capace, nei suoi più di cinquant’anni di carriera di anticipare mode, sonorità e stili anche di parecchi anni. Il suo concetto di “Sound and Vision” ha fatto sì che anche dal punto di vista estetico subisse grandi cambianti. Questi ultimi erano dovuti anche all’alternarsi delle maschera che decideva di mostrare al suo pubblico, come il duca bianco o Ziggy Stardust.

David Bowie e Ziggy Stardust

Per scoprire la nascita di Ziggy Stardust sarà sufficiente guardare un film di prossima uscita, intitolato per l’appunto “Stardust”, di cui è recentemente uscito il primo trailer. Il film, presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma il 16 ottobre 2020, narrativo del viaggio di David Bowie negli Stati Uniti datato 1971. Fu proprio questa esperienza a gettare le basi per quello che sarà uno dei più celebri alter ego del cantante di “Life On Mars?”.

David Bowie sarà interpretato da Johnny Flynn

Il film è stato diretto dal regista Gabriel Range e vede, nei panni di David Bowie, il musicista ed attore sud africano Johnny Flynn, 37 anni. Dalla pellicola in questione ha però preso le distanze la famiglia del cantante, tristemente scomparso a New York il 10 gennaio del 2016, evento ancora in grado di sconvolgere i milioni di ammiratori sparsi in tutto il mondo e conquistati grazie a brani del calibro di “Starman”, “Heroes” o “Let’s Dance”.

Nel film nessun brano di Bowie

Una caratteristica del film sarà che non conterrà alcun brano del cantante. Non si tratta di una precisa scelta stilistica, ma piuttosto dell’unica opzione possibile per evitare grossi guai dal punto di vista legale. Questo perché gli eredi di David Bowie non hanno dato il proprio consenso per l’utilizzo delle canzoni. Ciò nonostante il film, a detta della produzione, sarà disponibile on demand e nella sale cinematografiche statunitensi a partire dal 25 novembre, mentre non sono state date indicazioni per l’uscita in Italia.

La circa della propria identità e la paura

Parlando del film in sé il regista Gabriel Range ha dichiarato:Per gran parte della storia si parla di David che cerca di trovare la propria identità, anche dal punto di vista musicale. Ci siamo concentrati però anche sulla sua paura delle malattie mentali, già presenti nella sua famiglia, come nel caso del fratello Terry. Questo bisogno, secondo la mia opinione, costituisce le basi del successo del personaggio di Ziggy Stardust, che non era solo artificiale.“.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com