gtag('config', 'UA-102787715-1');

David Bowie, quella volta che David Bowie cantò con il suo più grande nemico

Andiamo a vedere insieme quella volta che David Bowie cantò con il suo più grande nemico, ovvero un altro performer britannico, uno dei più grandi degli anni Ottanta e Novanta. Di chi stiamo parlando? Non lo avete ancora capito? Si parla di Morrissey, ovvero il celebre cantante, cantautore e scrittore degli Smiths. Ma perché Morrissey è così tanto odiato dai colleghi musicisti e da una parte del pubblico? Ovviamente per le sue idee un po’ “discutibili”.

Le discutibili opinioni politiche di Morrissey

Al giorno d’oggi è facile trovare difetti in Morrissey. Le sue tendenze politiche sono state ampiamente riconosciute dal mondo musicale come non in linea con il messaggio che la sua musica trasmette: una proposta confusa. Ma pensiamo di più a quando Morrissey ha fatto il suo lavoro al meglio, ovvero dietro al microfono e non esternando le proprie visioni politiche molto discutibili. Lui e David Bowie hanno rivisitato in un pazzesco mood glam-rock dei T-RexCosmic Dancer.

La depressione di Morrissey

È giusto dire che Morrissey era stato assolutamente elettrizzato dall’idea che Ziggy Stardust avesse voluto al suo fianco proprio il cantante degli Smiths. Da adolescente, nelle profondità grigie e oscure di Manchester, Moz aveva trovato grande conforto nella sfuggente musica del glam rock. Per lui, l’incarnazione di Bowie Ziggy Stardust e Marc Bolan dei T-Rex rappresentavano una via di uscita dalla depressione della vita moderna ed è poi continuato nella sua carriera di musicista. Ma perché Ziggy considerò Morrissey il suo più grande nemico?

La prima visione di Bowie

Il primo concerto a cui Moz partecipò fu, in effetti, quello dei T-Rex di Bolan il 16 giugno 1972 e in seguito, quando Bowie venne in città con Ziggy Stardust, un giovane Morrissey attese pazientemente fuori dal locale per dare un appunto a Bowie. “Era uscito da una Mercedes nera”, scrive Morrissey nel suo libro di memorie Autobiografia prima di aggiungere: “Era un uomo che camminava sui tacchi alti, con tutta la saggezza dei nostri antenati. “Sorridendo acutamente, lui accettò la nota di uno scolaro noioso la cui anima esagerata era più luminosa del blazer della scuola che indossava”.

La fine dell’amicizia

La relazione tra i due non finirà qui. La coppia si sarebbe incontrata di nuovo nel 1990 quando Morrissey si fece strada nel backstage per incontrare il suo idolo. Morrissey stesso era un idolo fin da adolescente a quel tempo e sembrava che Bowie fosse entusiasta di rendere Morrissey il portavoce del genere glam. Le cose poi non sono andate per il meglio e dopo aver fatto delle cover reciproche, la loro relazione è peggiorata ed è finita. Pare che dopo David Bowie lo considerò il suo più grande nemico. Per un po’, però, sembrava che ci fosse una sorta di incoronazione rock and roll in atto quando Bowie saltò sul palco per unirsi a Morrissey al The Forum di Los Angeles nel 1991 per cantare uno degli inni del glam rock; Cosmic Dancer era così perfetta. Morrissey ammise: “Fu maestoso contro la mia stanchezza della mia voce. Il giovane dentro di me, incapace di partire per la scuola a meno che non abbia calmato la mia malattia con Starman. Fui davvero incredulo. Ma eccolo qui.”

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.