gtag('config', 'UA-102787715-1');

Def Leppard, Joe Elliott: “sono stata la prima persona che Brian May ha chiamato dopo la morte di Freddie Mercury”

Più e più volte ci siamo soffermati sulla morte dell’iconico frontman dei Queen, Freddie Mercury, avvenuta il 24 novembre del 1991 dopo una lunga battaglia. Quella, ovviamente, fu una perdita non indifferente per la band britannica e, soprattutto, per tutto il mondo della musica. L’ultimo a tornare sull’argomento è stato il frontman dei Deff Leppard, Joe Elliott, specificando come sia stata lui la prima persona con cui Brian May si sfogò dopo questa tragica notizia.

La morte di Freddie Mercury e la chiamata di Brian May a Joe Elliott

Freddie Mercury, icona mondiale e storico frontman dei Queen, ha lasciato un vuoto incolmabile nei milioni di appassionati del genere e, per la sua voce e il suo incredibile carisma, verrà ricordato per sempre. L’ultimo a soffermarsi sull’argomento è stato proprio Joe Elliott, leggendario frontman dei Def Leppard. Intervistato da Express, il cantante ha raccontato della sua telefonata con Brian May, proprio poco dopo la morte di Mercury:

“Purtroppo ho avuto il piacere di incontrare Freddie Mercury una sola volta nel 1986, al Castello di Slane appena fuori Dublino, durante il Magic Tour. Allo stesso tempo, però,sono sempre stato amico di Brian May. In effetti sono stata proprio io la prima persona con cui ha parlato dopo la dipartita di Freddie. E, di contro, è stata la prima persona a chiamarmi dopo la morte di Steve Clark.”

Steve Clark, storico chitarrista dei Def Leppard è morto infatti proprio nello stesso anno di Freddie Mercury, l’8 gennaio del 1991 a causa di un mix letale di antidepressivi, antidolorifici e alcool. E, in quel tragico momento, Brian May si rivelò veramente un ottimo amico per Joe. Pochi mesi dopo, però, la situazione si invertì: fu il frontman dei Def Leppard a dover rincuorare il chitarrista dei Queen per la morte di Freddie Mercury.

Joe Elliot protagonista del Tribute Concert per la sensibilizzazione sull’AIDS

Nell’aprile del 1992, invece, Joe Elliot si ritrovò a duettare con Brian May e i restanti Queen durante il Tribute Concert per la sensibilizzazione sull’AIDS.

“Quando Roger Taylor ha annunciato che avrebbero fatto questo concerto-tributo per Freddie ero a dir poco emozionato dall’idea, quando poi mi chiesero di partecipare non ci volevo credere. Il primo a chiamarmi, ancora una volta, fu proprio Brian May: “Hey Joe, presumo tu abbia saputo della nostra idea… ecco, abbiamo pensato di coinvolgere anche te: vorresti esibirti al concerto-tributo?” Ero letteralmente sbalordito -ha aggiunto il cantante dei Def Leppard- non ho sentito nemmeno la necessità di avvisare il resto della band, ovviamente, sapevo benissimo che avrebbero accettato con molto piacere.”

E, alla fine, grazie alla sua interpretazione di “Tie Your Mother Die“, Joe Elliott è stato il primo cantante a rendere omaggio a Freddie Mercury dopo il suo decesso.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)