gtag('config', 'UA-102787715-1');

Depeche Mode, la straordinaria storia del video di Enjoy the silence

L’album più importante della carriera dei Depeche Mode fu senza dubbio Violator. Uscito nel 1999, è considerato uno dei migliori dischi di tutti i tempi e contiene alcune tra le canzoni più famose della band, come Policy of truth, Personal Jesus e, immancabile, Enjoy the silenceQuesta ha una storia tutta particolare, soprattutto per quanto riguarda il video che è diventato popolarissimo (un esempio banale è il tributo che i Coldplay fecero ad esso nel loro video Viva la vida).

Enjoy the silence, la canzone più famosa dei Depeche Mode

Enjoy the silence non ha bisogno di molte presentazioni. La canzone ha avuto molte cover e si cita il suo titolo citato in disegni, vignette. Il testo, scritto da Martin Gore, mostra uno spaccato di vita semplice, in cui basti davvero poco, in cui si possa godere del silenzio. Inizialmente si trattava di un brano assai più semplice anche sul piano strumentale, forse proprio in linea con il principio del testo, ma successivamente raggiunse quell’elaborata melodia che noi tutti abbiamo ascoltato almeno una volta.

Can’t you understand?
Oh my little girl
All I ever wanted
All I ever needed
Is here in my arms
Words are very unnecessary
They can only do harm.

Il video di Enjoy the silence, un’icona del mondo musicale

Al di là della canzone in sé, che naturalmente è molto conosciuta, ad essere ancora più apprezzato è il video ufficiale. Nel filmato si vede il cantante, Dave Gahan, vestito da re, con un mantello vistoso ed una enorme corona, che gira per paesaggi bellissimi seppur deserti. In realtà esiste un’altra versione del video, pubblicata nel 2004, che mostra un palazzo dal quale comincia a crescere una pianta e prende tutto l’edificio fino a diventare la famosa rosa che si vede sia nel primo videoclip, sia nella copertina dell’album Violator. Naturalmente è rimasta memorabile la prima versione del video della canzone che tutti tengono sempre a mente. Ma ai Depeche Mode l’idea originale è piaciuta? La cosa eccezionale di tutto ciò è che, a dispetto del successo del video, ancora oggi Dave Gahan e i Depeche Mode non ne apprezzano l’idea.

Dave Gahan infelice di essere “re”

Il video è stato realizzato dal regista olandese Anton Corbijn che decise di ispirarsi a Il Piccolo Principe: ecco perché vediamo Gahan vestito in quel modo. L’essenziale e la semplicità sono temi molto vicini a quel libro, che appare in linea con l’idea originale della canzone. Il video stesso è stato apprezzato da fan e critica, come detto, tuttavia ai Depeche Mode non piacque affatto. Avevano in mente qualcosa di diverso. Così, fu girato un altro video sul tetto di una delle Torri Gemelle. Alla fine il video definitivo fu quello pensato da Corbijn. Tutti teniamo a mente la figura di Gahan che vestito da re cammina in mezzo a paesaggi di Scozia, Portogallo, Svizzera, ecc. Eppure l’affascinante Gahan con quel costume che tutti abbiamo ammirato non si sentiva per niente a suo agio e nelle riprese da lontano non è lui quello ripreso.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.