gtag('config', 'UA-102787715-1');

Dream Theater, Quell’album che “profetizzò” l’11 settembre

Esiste una puntata di Ugly Betty in cui come copertina della rivista Mode i redattori scelgono come copertina un tornado. Salvo poi scoprire durante la stampa che un tornado si è abbattuto sul Paese, quindi via alla corsa contro il tempo per cambiare tutto! Alla fine la copertina esce ed effettivamente fa scalpore e porta guadagni alla rivista. Questo piccolo aneddoto divertente serve ad introdurre una piccola gaffe di una band di tutto rispetto con un avvenimento importante: i Dream Theater e l’11 Settembre 2001. Un loro album anticipò ciò che accadde alle Torri Gemelle con la sua copertina, cosa che generò non poche polemiche e costrinse a correre subito ai ripari. Vediamo perché.

Il live del concerto di Metropolis Pt. 2

Il disco in questione è Live Scenes from New York, la registrazione live dell’album Metropolis Pt. 2: Scenes from a Memory. Le tracce di questo partirono dal grande apprezzamento dei fan per la canzone Metropolis Pt. 1: The Miracle and the Sleeper. Il pubblico richiedeva una seconda parte e la band decise di regalargliela attraverso un intero disco. Si tratta di un concept album che racconta una storia molto particolare: le visioni di un uomo durante una seduta psicoanalitica di ipnosi. Così scopre il legame con una ragazza che è stata uccisa, rivive una vita precedente.

In loving memory of our child
So innocent, eyes open wide
I felt so empty as I cried
Like part of me had died
I’m learning all about my life
By looking through her eyes.

Come fu realizzato Live Scenes from New York

Live Scenes from New York è quindi un album live composto da tre dischi. Fu registrato il 30 agosto 2000, presso la Roseland Ballroom di New York City. Si tratta della controparte audio del DVD Metropolis 2000: Scenes from New York, pubblicato nel 2001. Questo album è anche la prima uscita live dei Dream Theater con l’attuale tastierista Jordan Rudess. L’album uscì l’11 Settembre 2001, la data dell’attentato delle Torri Gemelle. La copertina originale raffigurava una mela che prendeva fuoco con sullo sfondo proprio New York con le Torri Gemelle. Di conseguenza proprio l’11 Settembre, giorno dell’attentato, uscì il disco che ritraeva una copertina con New York in fiamme.

I Dream Theater e la gaffe dell’11 Settembre

Naturalmente la gaffe fu notevole, ma quando ci si accorse del danno alcune copie erano già state vendute. Successivamente la copertina venne cambiata e fu inserito il simbolo Majesty, tipico della band. Quella incriminata non uscì mai in Europa, quindi anche in Italia questa storia è meno conosciuta. Le poche edizioni che in America la presentano sono considerati pezzi rari da collezione, che si possono reperire con prezzi abbastanza sostanziosi. In realtà la copertina voleva rappresentare il Sacro cuore di Gesù, immagine già usata dal gruppo. Anche il cuore in fiamme era già stato usato per Imagine and words, divenne una mela per quest’album in quanto New York è chiamata “la grande mela” e l’album fu registrato a New York. L’intenzione originale era quindi di fare un tributo alla città, anche se sappiamo come è andata a finire.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.