gtag('config', 'UA-102787715-1');

Duran Duran, svelato il motivo dello scioglimento dopo il Live Aid

L’iconico concerto per il Live Aid nel 1985 è stato un vero e proprio catalizzatore della musica di quel periodo. I Queen fecero letteralmente la storia al Wembley Stadium – come è stato nostalgicamente ritratto anche nel biopic Bohemian Rhapsody. E moltissimi gruppi si sono ritrovati sul palco per una buona causa. Tra questi anche i Duran Duran che – dopo anni di tensioni ed alti e bassi – speravano forse di riuscire a tornare in carreggiata sul palco di Philadelphia. Invece – come poi sarà chiaro dopo il live – troppo cose erano ormai cambiate perché si potesse evitare lo scioglimento.

IL DOCUMENTARIO SULLA CARRIERA DEI DURAN DURAN

Tra i tanti documentari e film sulle rockband del passato, sarà anche disponibile There’s Something You Should Know – show televisivo sulla band britannica dei Duran Duran. Il pubblico potrà ripercorrere la storia della formazione – dall’epoca della nascita fino al suo scioglimento. Tra alti e bassi, tensioni e contrasti, lo show mostre il reale motivo che ha portato alla frattura dei Duran Duran nel 1985.

IL LIVE AID DEL 1985: TRA BENEFICENZA E REUNION

Nel 1985 i Duran Duran sono una delle tante band che si ritrova a Philadelphia per il secolare concerto del Live Aid. Uno show promosso e ideato per aiutare i paesi africani ma che si risolve di fatto in uno dei momenti più gloriosi e iconici della storia della musica. Simon le Bon e soci si esibiscono dopo anni di tensioni – che li avevano portato di fatto a dividersi in due sotto-gruppi diametralmente opposti. Sebbene nessuno si immaginasse quel concerto come un addio alle scene, di fatto i Duran Duran non si riuniranno fino agli anni 2000.

IL SUCCESSO DEI DURAN DURAN NEGLI ANNI ’80: ALTI E BASSI DELLA BAND

I Duran Duran sono certamente una della formazioni più iconiche della musica degli anni ’80. Tanto che si guadagnano l’appellativo di Fab Five – dietro ispirazione degli altrettanto famosi Fab Four, ovvero i Beatles. Sebbene la band si guadagni in fretta consensi e favori – sia di critica che di pubblico – sotto la superficie ci sono molti problemi tra i vari membri. Come mostra il nuovo documentario – There’s Something You Should Know – questi dissidi sono così insormontabili che porteranno al loro scioglimento nel 1985.

Al momento della formazione – nei tardi anni ’70 – nessuno poteva immaginare il travolgente successo che avrebbero avuto come Duran Duran. Da piccoli pub e bar della zona, Simon le Bon e soci si trovano ben presto a incidere album che guadagnano consensi da una parte all’altra dell’oceano. Dopo aver firmato con la EMI nel 1980 rilasciano a breve distanza Duran Duran nel 1981, Rio nel 1982 e Seven and the Ragged Tiger nel 1983.

L’INIZIO DEI PROBLEMI E DEI CONTRASTI

Come spesso succede, con l’inizio del successo e della notorietà sorgono i primi problemi. Alcuni membri dei Duran Duran iniziano a fare pesante uso di droghe e sostanze stupefacenti, mentre altri sono schiacciati dal peso della fama. “L’alcol e le droghe e la carneficina intorno ai Duran Duran erano davvero troppi” scriverà Andy Taylor nel suo memoir del 2008 – Wild Boy: My Life in Duran Duran. Così, dopo tre anni di tour non stop, la formazione si divide in due gruppi. John Taylor e Andy Taylor formano il gruppo hard rock dei Power Station , mentre Simon le Bon, Nick Rhodes e Roger Taylor fondano gli Arcadia.

LA BREVE REUNION NEL 1985

Tutti e cinque i membri originari dei Duran Duran si riuniscono nel 1985 per registrare A View to Kill per il film di James Bond di quell’anno. Inoltre si impegnano a prendere parte al Live Aid a Philadelphia. “Quando Simon, Nick e Roger arrivarono, eravamo in team differenti – dirà tempo tempo John TaylorAndy e io ci eravamo fatti crescere i capelli e facevamo rock americano. Loro facevano roba europea esoterica. Era tutta questione di taglio di capelli”. La band continua a lavorare di fatto per 18 anni – con molte frazioni e problemi tra suoi i membri – ma è solo all’inizio degli anni 2000 che i cinque componenti originari si riuniscono e ricominciano a produrre assieme.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.