gtag('config', 'UA-102787715-1');

È morto Pete Way, fondatore degli UFO e bassista di Ozzy

Il leggendario bassista Pete Way è deceduto alle 11.35 del 14 agosto 2020. Aveva 69 anni. A diffondere la triste notizia, la sua pagina Facebook ufficiale che, ha aggiornato i fan riguardo il decesso del musicista attraverso un post che recita: “L’iconico bassista Pete Way, membro fondatore degli UFO, dei Waysted e, infine, della Pete Way Band, è morto. Riportò gravi ferite dopo un incidente avvenuto due mesi fa e, ha continuato a combattere duramente fino ad oggi, perdendo, tragicamente, la sua lotta.”; al fianco dell’artista nei suoi ultimi istanti, sua moglie Jenny.

Pete Way è stato tra gli artisti più amati e riconosciuti del panorama Rock contemporaneo. Ascoltatori, musicisti e addetti ai lavori hanno sempre concordato nell’identificare, la sua, come un’opera particolarmente energica quanto brillante; dal vivo come in studio. Pete Way ha affrontato, accanto alle band in cui ha militato, una moltitudine di tour, girando il mondo diverse volte. Principalmente riconosciuto per il suo stile particolarmente melodico, Pete Way viene ricordato, nella maggior parte dei casi, per essere il fondatore degli UFO e per aver lavorato accanto all’amico e collega Ozzy Osbourne.

Nel corso degli anni, comunque, Pete Way ha collezionato un numero di grande rilievo in termini di collaborazioni, arrivando a suonare con leggende del Rock come “Fast” Eddie Clark dei Motorhead. L’orecchio musicale particolarmente sopraffino di Pete Way l’ha portato a ricoprire il ruolo di produttore in diversi dischi di successo. Nel 2017, ha pubblicato una biografia intitolata A Fast Ride Out Of Here. Pete lascia due figlie, Zowie e Charlotte, sua moglie ed il fratello minore, Neill.

 L’opera di Pete Way, dagli UFO a Ozzy

Pete Way formò gli UFO con i tre amici Phil Mogg, Andy Parker e Mick Bolton. Era il 1968. Il bassista lasciò la band nel 1983 per formare i Fastway. Avrebbe abbandonato il progetto praticamente subito per partecipare al tour di Ozzy Osbourne per Diary Of A Madman; dopodiché, formò i Waysted, insieme al chitarrista e tastierista degli UFO Paul Raymond, Fun Muir, Frank Noon e Ronnie Kayfield.

Pete Way è stata una fonte d’ispirazione per una generazione di bassisti a dir poco leggendaria. Risentono, infatti, del suo apporto, grandi nomi del Rock come Steve Harris degli Iron Maiden e Nikki Sixx dei Motley Crue. La fama di Pete Way come bassista veniva preceduta solo dal suo stile di vita particolarmente dissoluto. In ogni caso, durante una conversazione con Nikki Sixx, questi gli rivelò che fosse il suo eroe e che avrebbe voluto vivere come lui. In quell’occasione, Pete Way si sentì tanto stranito quanto onorato.

Sono stati numerosissimi i messaggi di cordoglio che il mondo della musica e, in particolare del Rock, ha rivolto alla memoria del leggendario fondatore degli UFO. Da Kirk Hammett a Tom Morello, passando per Ozzy Osbourne, Geezer Butler dei Black Sabbath e lo stesso Nikki Sixx; ognuno di loro ha espresso la propria desolazione nel venire al corrente di una notizia tanto tragica. Nel corso della sua vita, Pete Way ha dovuto combattere contro numerose vicissitudini. Ciò di cui siamo certi, comunque, è che la sua straordinaria opera rimarrà sicuramente indimenticata.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)