gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pooh, è morto Stefano D’Orazio, storico batterista della band

Quando scompare un artista siamo tutti sconvolti. Questo perché, anche se non lo conosciamo personalmente, un musicista è come un amico. Ci fa compagnia nei momenti di difficoltà, impariamo a conoscerlo ed a viverci insieme in un certo senso. Così, ci rammarichiamo per la scomparsa di un personaggio che ha fatto la storia della musica italiana: è morto Stefano D’Orazio. Musicista, ma anche paroliere e cantante, è famoso per essere stato il batterista dei Pooh.

La carriera di un brillante batterista

Batterista dal grandissimo talento, ha iniziato a suonare con una batteria acquistata di seconda mano fin dall’adolescenza. Ebbe diverse band in cui sperimentò anche la scrittura di csnzkni. Il suo primo gruppo furono The Kings, come la band da cui aveva acquistato quella batteria che ha cambiato la sua vita per sempre. Poi The Sunshines The Shadows, sono tanti i nomi che sceglie per i suoi gruppi. La sua passione per la musica la porta avanti con diversi sacrifici, non volendo pesare sulla famiglia. Con i Pooh avviene la vera svolta: nel 1971 entra nella band al posto di Valerio Negrini. Nel 1975 è autore di testi per la band insieme a lui, visto che già aveva avuto un rodaggio ben assestato da giovane si mostra come un paroliere dal grande talento, al di là della capacità con la batteria. Eleonora mia madre è la prima canzone che compone per la band:

Tra le cose vecchie quel vestito

Lungo dei vent’anni tuoi

Come allora bello coi merletti

Non più bianchi per l’età.

Donna tu mia madre scopro per la prima volta

Io a spiarti dalla porta tra le vecchie cose tue.

Con i Pooh il sodalizio è positivo e dà vita ad una carriera meravigliosa, interrotta nel 2009, ma ripresa nel 2015.

Stefano D’Orazio è morto, il triste annuncio

Bobo Craxi ha annunciato con un tweet la notizia della scomparsa di Stefano D’Orazio, spiegando come negli ultimi tempi avesse sofferto morto in un altro tweet. Ha scritto:

Stefano amico mio. Suona e scrivi anche lassù.

Ciao! 

E poi:

Ha sofferto molto negli ultimi anni. Sono vicino a Tiziana a tutti i suoi ed alle persone che gli hanno voluto bene e apprezzato la sua arte.

Questa brillante carriera ha fine all’età di 72 anni. Sono tanti i messaggi che già riempiono il web. Colleghi e amici danno il loro saluto ad un grande musicista. A Tale e quale show, in diretta proprio stasera, Loretta Goggi ha dato l’annuncio con grande tristezza e anche Roby Facchinetti gli ha dedicato un post su Facebook, spiegando come fosse ricoverato da tempo, ma per discrezione non si era detto nulla.

STEFANO CI HA LASCIATO!
Due ore fa… era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato… oggi…

Pubblicato da Roby Facchinetti su Venerdì 6 novembre 2020

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna, studentessa di Editoria e Scrittura alla Sapienza. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.