gtag('config', 'UA-102787715-1');

Eddie Vedder sulla rivalità con Kurt Cobain

Eddie Vedder nel corso di una recente intervista è tornato con i suoi pensieri e le sue parole prima scena grunge e alla sua relazione con Kurt Cobain. Il frontman dei Pearl Jam ha parlato in profondità della sua infanzia, della sua carriera, della sua scrittura di canzoni e delle sue amicizie musicali. È arrivato il momento in cui si è anche parlato del rapporto con il frontman dei Kurt Cobain, a proposito del quale si è espresso senza problemi.

Eddie Vedder: “Probabilmente su qualcosa sono d’accordo”

Eddie Vedder ha dichiarato: “Probabilmente avrei potuto essere d’accordo con alcune delle cose che ha detto”. Malgrado l’ironia, ha anche sottolineato che il successo fenomenale che entrambe le band hanno goduto dopo l’uscita di “Ten” e “Nevermind” è stato “Un po ‘difficile da gestire”, osservando, “abbiamo avuto un rapporto un po ‘difficile con quella realtà e questo ci ha resi un po’ vulnerabili.”.

Eddie Vedder: “Impazzivo per i Mudhoney”

Vedder ha sottolineato che parte della rivalità tra le band di Seattle era dovuta al fatto che c’era “Una storia con alcune delle band locali. Per esempio con Jeff Ament e Stone dei Pearl Jam che avevano precedentemente suonato al fianco di Mark Arm di Mudhoney e Steve Turner a Green River. Uno dei miei gruppi preferiti di Seattle erano i Mudhoney, ero così grato di avere quei ragazzi come amici.”.

Una presunta rivalità resa pubblica

“L’unica cosa che mi ha infastidito di quella presunta rivalità era perché era pubblica e le persone stavano reagendo: non era come tra noi. Uno scrittore tirò fuori una citazione di Jeff Ament, e tirò fuori una citazione di Kurt, e questo attirò molto l’attenzione della stampa. Ma in realtà, ho sempre pensato che fossimo noi contro il mondo, la nostra città contro il mondo, non la nostra band contro un’altra band.”.

La scena si Seattle

“Ripensandoci sono grato che ci fosse una scena del genere, che ci fosse musica ovunque e che le persone uscissero fuori ogni sera. Dopo uno spettacolo al Crocodile Café in cui suonavano tre o quattro band, Girl Trouble o Melvins. Poi ci sarebbe stato un after party nel seminterrato di qualcuno, dove tutto ad un tratto Krist Novoselic dei Nirvana suonava il basso, io suonavo la batteria, e suonavamo canzoni dei Beatles e cose del genere.”.

Anche Kurt Cobain, nel corso di una intervista realizzata da MTV nel 1993, si era espresso a proposito del suo rapporto con il frontman dei Pearl Jam. “Non abbiamo mai litigato, mai. Ho sempre odiato la loro band. Abbiamo avuto alcune conversazioni al telefono, mi piace molto. Penso che sia una persona davvero gentile.”.

Share

Horus Black, al secolo Riccardo Sechi, nasce a Genova nel 1999 in una famiglia di musicisti classici. Appassionato di rock, soprattutto classic rock, cantante e musicista. Pubblica il suo primo album nel 2018. Indirizzo e-mail rsechi99@gmail.com