gtag('config', 'UA-102787715-1');

Eric Clapton: Cosa sognava di fare prima di diventare una leggenda?

Eric Clapton rappresenta un caposaldo assoluto della musica contemporanea. Ad oggi, viene considerato come uno dei più grandi chitarristi della storia. Prima di intraprendere la sua brillante ascesa in musica, però, Eric Clapton sognava di fare altro. Slowhand è sempre stato un creativo e, prima di consacrare la sua vita alla musica, nutriva una spiccata passione per l’arte; desiderando di seguire un percorso di studi in quell’ambito.

La vita di Eric Clapton, come sappiamo, non ha mai seguito percorsi in discesa per troppo tempo; portandolo spesso ad eseguire bruschi cambi di rotta che compromisero gravemente la sua stabilità emotiva. Il primo trauma del leggendario chitarrista arrivò in tenera età, quando questi scoprì che la sua famiglia si basasse su una menzogna. Mentre coloro che credeva fossero i genitori, in realtà erano i nonni, la giovane che considerava come una sorella, era sua madre. Questo, sconvolse e gravò pesantemente sul futuro di Eric.

Eric Clapton, dalla sua, aveva sempre mostrato un carattere introverso. Il giovane finì per distaccarsi completamente dalla realtà dopo aver saputo la verità sulla sua famiglia. Questo, in realtà, finì per influenzare anche la sua carriera scolastica. Come riportato su ericclapton.com, il giovane venne mandato a studiare alla St. Bede’s Secondary Modern School per poi iscriversi alla Hollyfield Road School, iniziando un corso di studi in arte.

La passione di Eric Clapton per la musica

Il giovane Eric crebbe molto in fretta e lo fece in un ambiente intriso di ottima musica. Suo nonno era un pianista affermato della zona e sua moglie coltivava la stessa passione per lo strumento con grande talento. Suo zio e sua madre amavano la musica, ascoltandola quotidianamente. Nel periodo della sua adolescenza, il Rock N’Roll cominciò ad entrare a gamba tesa nella scena inglese, divenendo un fenomeno di massa tra i giovani.

Eric Clapton sognava l’arte, ma amava la musica sin da ragazzino. Il fuoco della passione, per lui, cominciò ad ardere indomito dopo aver assistito ad una performance di Jerry Lee Lewis in televisione. Pochissimo tempo dopo, il giovane chiese alla sua famiglia una chitarra in regalo per il suo tredicesimo compleanno. I primi tempi per Eric con la sei corde furono abbastanza difficili, ma quando cominciò a frequentare la scuola d’arte, il Blues si presentò come nuovo monito ad apprendere le basi dello strumento. In men che non si dica, la chitarra divenne la più grande passione di Eric Clapton che, lasciò gli studi ed intraprese il suo sogno in Blues. Quanto accaduto dopo è ciò che di più brillante il mondo della musica potesse auspicare.

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)