gtag('config', 'UA-102787715-1');

Eric Clapton svela: “Ho lasciato gli Yardbirds perché ero stanco di suonare la chitarra”

Eric Clapton abbandonò gli Yardbirds il 13 marzo 1965. Proprio lui svela: “Ho lasciato gli Yardbirds perché ero stanco di suonare la chitarra”. Ma come è possibile? Un musicista così incredibile, così grande, una delle divinità della chitarra che si stanca di suonare il celebre strumento a sei corde? Ebbene sì, ma dobbiamo precisare cosa ha detto in realtà. Pensate però che la band non lo sostituì con un turnista qualunque, ma con Jeff Beck. Insomma, non con l’ultimo dei deficienti. Eppure Eric Clapton si era stancato e poco tempo tempo era già in concerto con un’altra band, i Bluesbreakers di John Mayall.

L’intervista di Eric Clapton a Rolling Stones

Era il 1968 ed Eric Clapton confessò alla rivista Rolling Stones: “Avevo suonato nel mio tempo libero con due gruppi amatoriali prima di entrare Yardbirds. Non sono rimasto con nessuna di quelle band per più di due settimane. Era più simile a una jam session per suonare un po’. Poi mi era stato offerto un lavoro come musicista professionista dagli Yardbirds. Sono stato con loro un anno e mezzo. Non erano troppo entusiasti di sapere che me ne sarei andato a breve. La gente che lasciava i gruppi in quei giorni non era vista molto bene.”

La scelta fortissima di Eric Clapton

Eric Clapton e gli Yardbirds stavano cominciando a farci un certo nome a metà degli anni Sessanta. Lo spirito della band, virato sul genere blues in modo molto più elegante rispetto ai Rolling Stones, era davvero apprezzato. Pensate che gli Yardbirs sostituirono proprio i Rolling Stones, già molto conosciuti al tempo, al Crawdaddy Club di Londra. Il terzo singolo “For Your Love” sembrava essere la vera consacrazione della band, ma non fu assolutamente così. Fu lì, proprio in quel momento, che Eric Clapton disse: “Ho lasciato gli Yardbirds, di punto in bianco”. Non partecipò neppure alla campagna promozionale della canzone, per capirci.

Le dichiarazioni del batterista

Il batterista dell’epoca Jim McCarty disse ad AZ Central nel 2018: “La canzone mi piaceva perché era molto insolita. Era lunatica. Aveva delle ottime percussioni fatte con i bonghi. Aveva poi il cambio di tempo nel mezzo, proprio da blues. Quella canzone contribuì ad allontanare Eric Clapton. Non gli piaceva il modo in cui stavamo cambiando, andando verso il pop piuttosto che verso il blues. A quel tempo tutto ruotava attorno ai singoli di successo. Dovevi fare un singolo di grande successo per stare al passo con la musica e i tempi. E provammo altre cose. Abbiamo provato cose diverse rispetto al nostro repertorio. Ma per qualche ragione non abbiamo mai suonato alla grande negli studi inglesi. Non abbiamo mai davvero avuto il suono giusto”.

La scelta di non essere commerciale

Eric Clapton ammise di aver suonato con gli Yardbirds allo stesso modo di Chuck Berry, imitando il suo stile. Quando era con gli Yardbirds aveva deciso di appassionarsi ai vecchi bluesmen e si era innamorato di quel mondo. I restanti membri della band invece non era molto felici di ciò perché ciò avrebbe comportato una svolta più autoriale e meno commerciale. Per questo, Eric Clapton se ne andò.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.