gtag('config', 'UA-102787715-1');

Foo Fighters, Dave Grohl: “Consegnerò carta igienica in tutte le case d’America”

La pandemia da Covid-19 e la conseguente crisi sanitaria, stanno mettendo seriamente a rischio molti paesi a livello globale. Gli Stati Uniti, in particolare, con la loro vasta estensione geografica e il loro sistema assicurativo per ricevere cure mediche, stanno già sperimentando una situazione altamente drammatica. Per questo motivo, il mondo della musica e dello spettacolo – come sta succedendo in altra Nazioni – si è attivato per aiutare la popolazione. Tra chi offre contenuti e intrattenimento, per risollevare gli animi e lanciare messaggi di speranze. E chi, attivamente, offre una mano ai poveri e ai meno fortunati. Come Dave Grohl, cantante dei Foo Fighters.

FOO FIGHTERS, LIVE SHOW E CONCERTI RIMANDATI A OTTOBRE 2020

I Foo Fighters – capeggiata dall’ex batterista dei Nirvana, Dave Grohl – sono una delle tante band ad aver sperimentato i disagi e la gravità della pandemia da Covid-19. Il gruppo aveva in programma live show ed esibizioni a cavallo tra Aprile e Maggio. Impegni questi, che sono stati riprogrammati per Ottobre 2020, nella speranza che per allora sia tutto risolto.

Anche i Queen + Adam Lambert come i Foo Fighters, dato che sono gli ultimi ad aver annunciato – solo qualche giorno fa – la cancellazione delle date del loro Rhapsody Tour per il 2020. La band di Brian May, Roger Taylor e il giovane talento di American Idol tornerà a incendiare i palchi solo nel 2021.

DAVE GROHL, L’INIZIATIVA DURANTE LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS

In un tale clima di preoccupazione e stasi mondiale, con milioni di famiglie costrette in quarantena per rallentare i contagi, Dave Grohl si è fatto avanti con un’iniziativa, abbastanza particolare. Il cantante dei Foo Fighters – solo qualche giorno fa – aveva annunciato di aver aperto una pagine Instagram, attraverso la quale condividere racconti sulla sua vita e carriera – dato lo stop del gruppo. Ma ora, la sua nuova idea mette decisamente in ombra la precedente.

Un tema ricorrente in questo periodo di crisi da Covid-19 è stata la carta igienica. A quanto pare, le scorte mondiali di questo bene starebbero soffrendo una grossa penuria – data l’isteria della gente nel volerne comprare il più possibile, in attesa di uno scenario apocalittico. Così Dave Grohl – mosso da queste notizie – ha annunciato di voler consegnare carta igienica nella casa di ciascun americano.

FOO FIGHTERS, IL VAN INUTILIZZATO E LA PROPOSTA DI DAVE GROHL

L’idea di Dave Grohl nascerebbe da un’occorrenza specifica. Ovvero, il van inutilizzato dei Foo Fighters. Con i concerti rimandati ad Ottobre e la caparra per il mezzo già pagata – e non rimborsabile – il cantante ha pensato bene di sfruttare la cosa per fare del bene. “Ho pensato che, visto che abbiamo la vecchia Doris qui, la potremmo usare – ha spiegato Grohl, durante una conferenza stampa in cui ha svelato montagne e montagne di carta igienica stipate nel van.

“Guardate qua – ha continuato l’ex batterista dei Nirvanafarò Santa Claus da quarantena. Penso che io, Taylor [Hawkins] e Jack [Black] possiamo farci avanti e aiutare l’America”. Contattati sul loro coinvolgimento nell’ardua impresa, sia Hawkins che Black non sembravano a conoscenza del piano di Grohl – ma ugualmente disposti a prendervi parte. Infine, spinto a riflettere su un’idea quanto mai inverosimile – consegnare carta igienica a circa 128 milioni di famiglie – il cantante dei Foo Fighters ha scosso la testa e risposto “Datemi solo un paio di giorni”.

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.