gtag('config', 'UA-102787715-1');

Foo Fighters: la band è pronta a pubblicare un nuovo album in studio?

L’ultima volta che abbiamo sentito parlare del nuovo album in studio dei Foo Fighters, l’associazione principale c’è stata con il tema dei fantasmiM non vi prendiamo in giro attraverso queste dichiarazioni, dal momento che sono state le parole di Dave Grohl a confermare quanto vi stiamo dicendo, con il cantante e leader dei Foo Fighters che aveva dichiarato di aver interrotto le registrazioni del nuovo album in studio per un clima quasi spiritico che si era diffuso all’interno del luogo particolare all’interno del quale i Foo Fighters stavano registrando. Guardando a registrazioni di telecamere e a presenze avvertite, è possibile che i fantasmi abbiano interferito negativamente con la realizzazione di un nuovo album in studio da parte dei Foo Fighters. A questo punto, però, dopo aver superato anche la pandemia da coronavirus che ha reso il 2020 molto più difficile per tutti nel mondo della musica, la band sembra essere pronta a pubblicare un nuovo album in studio, per quanto si sappia poco in termini di date, titolo dell’album e tracce. Il tutto è stato determinato da un prezioso indizio in California.

Gli indizi di un nuovo album dei Foo Fighters in California

La California ha accolto, al fine di pubblicizzare una novità riguardante i Foo Fighters, alcuni poster che si sono riversati all’interno dello stato americano. Il messaggio lanciato dai può Fighters è stato rappresentato dal classico logo della band accompagnato da una X, notoriamente la lettera romana che si utilizza per indicare il decimo numero. Il nuovo album in studio dei Foo Fighters rappresenterebbe il decimo prodotto discografico della band statunitense, Dunque tutti i conti tornano e fanno pensare alla possibilità di una imminente pubblicazione di un nuovo album in studio della band, a seguito dell’ultimo album pubblicato nel 2017, Concrete and Gold.

Le dichiarazioni di Dave Grohl e le registrazioni interrotte da fantasmi

L’ultima volta che abbiamo sentito parlare del nuovo album in studio dei Foo Fighters, vi dicevamo precedentemente, l’associazione c’era stata con i fantasmi, a seguito delle particolari dichiarazioni di Dave Grohl. Vi rinfreschiamo la memoria attraverso le sue parole: “Sapevo che l’atmosfera era decisamente strana, ma all’interno di quella casa i nostri strumenti suonavano benissimo. Abbiamo iniziato a lavorare e non è passato molto tempo prima che iniziassero a succedere cose strane. Un giorno siamo entrati nella casa e abbiamo trovato tutte le chitarre scordate. Erano state manomesse anche tutte le impostazioni della consolle. Abbiamo aperto il file di ProTools e tutte le tracce erano state cancellate. E c’erano registrazioni con rumori bizzarri. Nessuno suonava: si trattava di un microfono aperto che registrava quello che succedeva nella stanza. Non c’erano voci, niente di decifrabile”.

E ancora: “Abbiamo iniziato a vedere cose nelle registrazioni che non eravamo in grado di spiegare. Poi quando abbiamo scoperto la storia della casa ho dovuto firmare un accordo di non divulgazione con il proprietario perché sta cercando di venderla”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.